Moto3 | Buona la prima per Albert Arenas che vince in Qatar

08 Marzo 2020 - 15:30
|
GP Qatar 2020

Vince il 23enne spagnolo del team Aspar davanti all'esperto John McPhee e ad Ai Ogura, terzo dopo la penalizzazione di Jaume Masia, 4°.




Ciak! Si gira, parte così il Motomondiale 2020 come sempre con la classe leggera, la Moto3. Dopo la pole position di Tatsuki Suzuki di ieri, è il momento di correre.

Come ogni gara Moto3 che si rispetti fin da subito partono le battaglie in un gruppo formato da circa 20 piloti. Hanno avuto un’ottima partenza i due piloti del team Snipers Tony Arbolino, partito 10° e Filip Salac, partito 20°. Parte male Andrea Migno che perde molte posizioni fin da subito. Nelle prima battute di gara sembrano essere Arenas, Arbolino, Fernandez e Suzuki i migliori. Recupera bene anche Dennis Foggia dalla casella numero 19 in griglia.

A tre giri dalla fine sale al comando l’esperto John McPhee, lo scozzese classe ’94 sorpassa Arbolino in curva 1 per la testa della corsa. Rodrigo sale virtualmente al terzo posto, salvo poi arrivare per primo in curva 1 a solo due tornate dalla fine della corsa. Darryn Binder e Albert Arenas si trovano in seconda e terza posizione prima dell’inizio dell’ultimo giro. All’inizio dell’ultima tornata Arbolino e Binder si toccano, il sudafricano cade ed il pilota lombardo rientra 14°.

Dopo l’incidente Arenas e McPhee allungano, lasciando gli avversari indietro. È proprio lo spagnolo del team Aspar Albert Arenas che si prende la prima vittoria della stagione, davanti allo scozzese del team Petronas. Terzo posto è Ai Ogura, dopo la penalizzazione di Jaume Masia per aver superato i limiti della pista, lo spagnolo conclude 4°.

Chiude 5° il poleman Suzuki, davanti a Rodrigo e Alcoba, entrambi penalizzati all’ultimo giro. Ottavo è un buon Salac, che recupera ben 11 posizioni dalla partenza. Chiudono la top 10 Dennis Foggia e Raul Fernandez, davanti a Sergio Garcia e Deniz Oncu. Completano la zona punti Alonso Lopez in sella alla Husqvarna, davanti a Toba (14°) e a Tony Arbolino, 15° e penalizzato di una posizione.

Per quanto riguarda gli italiani, conclude 16° Migno, ad un passo dalla zona punti, 17° Romano Fenati, 22° Stefano Nepa e 23° Davide Pizzoli al debutto nel Mondiale. Chiudono 24° e 28° rispettivamente Riccardo Rossi e Celestino Vietti, caduto in un contatto con Alcoba.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©motogp.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: