Yamaha, Vinales: “Una buona giornata in ottica gara”. Rossi: “Problemi sul posteriore”

17 Luglio 2020 - 20:29
|
GP Spagna 2020

Le parole dei piloti del team ufficiale, che in queste prime libere pagano dazio nei confronti della Yamaha Petronas




Primo venerdì dell’anno complicato per le Yamaha ufficiali. Dopo una discreta sessione mattutina, nel corso delle FP2 i due piloti in blu sono scesi in una classifica comunque molto compatta (17 in un secondo). A fine giornata gli ufficiali pagano dazio dagli omologhi del team Petronas, entrambi in testa: Vinales è settimo e Valentino Rossi addirittura 20°.

Maverick Vinales, dopo il secondo posto nelle FP1 immediatamente alle spalle di Marquez, nel pomeriggio Top Gun è riuscito a risalire la classifica solamente all’ultimo tentativo ed ora è virtualmente in Top10.

Tuttavia nelle dichiarazioni dello spagnolo c’è un convinto ottimismo per il lavoro svolto sulla sua M1: È stata una buona giornata. La sensazione che ho sulla moto, e anche con la squadra, è incredibile. Stamattina la moto funzionava alla grande! Sono anche felice, perché questo pomeriggio abbiamo lavorato così bene. Abbiamo scoperto molte cose, soprattutto positive, per la gara. Nell’ultimo run ho fatto dei buoni tempi sul giro, che sono stati fatti verso la fine della vita del pneumatico: ero ancora veloce. Di sicuro dovremo ancora migliorare, ma mi sento pronto“.

Maverick è conscio dell’importanza della qualifica, ma non perde di vista la domenica: È molto importante qualificarsi davanti domani. A giudicare dai time attack di questa mattina, i tempi delle qualifiche saranno veloci, ma il nostro obiettivo principale rimane la gara. Oggi abbiamo trovato un buon ritmo sia in condizioni mattutine che pomeridiane, ma il problema è che la temperatura è così alta – e questa è una pista molto impegnativa, non c’è un attimo di respiro – quindi è molto dura. Sarà molto difficile anche per la moto e le gomme, quindi sarà una gara interessante. Dobbiamo continuare a lavorare sodo per migliorare, soprattutto nelle condizioni più calde che ci saranno nell’FP4 di domani”.

Molto più problematica invece è la situazione di Valentino Rossi, solamente 20° a fine giornata a quasi un secondo e un decimo dalla testa. Il campione di Tavullia conferma nel pomeriggio i problemi di feeling con moto e gomme palesatisi già dal mattino e domani nell’FP3 dovrà trovare la velocità necessaria per qualificarsi direttamente alla Q2, evitando così il passaggio per la Q1. Il Dottore non è affatto soddisfatto del suo primo venerdì dell’anno: “È stata una giornata difficile. Già questa mattina non è stato fantastico, ma oggi la situazione è peggiorata. Sto lottando con il grip sul posteriore perché, sfortunatamente, abbiamo un problema di temperatura dei pneumatici, e con questo caldo soffriamo molto. Al mattino è più fresco, va un po’ meglio, ma nel pomeriggio perdiamo molto, quindi non sono molto veloce. Dobbiamo lavorare e dobbiamo migliorare il bilanciamento della moto per cercare di essere più competitivi. Sinceramente, non so come possiamo migliorare ma dobbiamo trovare qualcosa, perché domani mattina sarà molto importante cercare di rimanere nella top 10 e accedere direttamente al Q2″.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Yamaha-racing.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: