Young Driver of the Week #14 – Arthur Leclerc

07 Ottobre 2020 - 15:38
|




Bentornati in un nuovo appuntamento con il Young Driver of the Week, la nostra rubrica dedicata alle promesse del motorsport che ogni settimana si mettono in mostra per costruirsi il loro futuro ai più alti livelli di questo sport.

Questo weekend è stato pieno di pioggia in tutte le categorie che andiamo a raccontare, con le gare che si sono svolte in condizioni di bagnato estremo ma dove però non è mancato lo spettacolo e l’azione in pista. Il nostro protagonista di questa settimana lo peschiamo dalla Formula Regional European Championship, impegnata al Mugello; vista l’incredibile portata mediatica che hanno avuto i suoi risultati nel weekend, il nome che vi proporrò non sarà una sorpresa: sto parlando ovviamente di Arthur Leclerc, ed è lui il nostro Young Driver of the Week!

Arthur Leclerc ha dominato la scena vincendo tutte e tre le gare in programma al Mugello, con delle prestazioni incredibili in condizioni di bagnato estremo. In Gara 1 il monegasco ci mette pochi giri a passare in testa, superando Oliver Rasmussen con un bel sorpasso all’esterno della prima Arrabbiata, con il danese in netta difficoltà nel mantenere il controllo della sua vettura. Leclerc è andato poi a vincere nonostante una penalità di 10 secondi per aver sorpassato Rasmussen in regime di bandiera gialla, ma il pilota della Prema aveva già un ampio distacco assicurandosi la vittoria sotto la bandiera a scacchi, davanti a Juri Vips e allo stesso Rasmussen. In Gara 2 Leclerc è emerso dopo una gara confusa, che ha visto i piloti costretti al pit-stop per via delle condizioni critiche della pista. Dopo la sua sosta Leclerc aveva un minuto di ritardo dalla testa della corsa, ma una Safety Car lo ha riportato nel gruppo consentendogli poi alla ripartenza di liberarsi facilmente dei suoi avversari portandosi in testa andando a vincere con ampio distacco su Pierre-Louis Chovet, autore di un’ottima gara e in testa prima del ritorno di Leclerc, con Gianluca Petecof al terzo posto. Gara 3, disputata in condizioni d’asciutto, ha visto Leclerc contendersi la vittoria con Petecof andando poi a chiudere un’incredibile tripletta, con il terzo posto di Rasmussen a completare un podio interamente di marca Prema.

Il campionato ora sorride a Leclerc, che con questa tripletta va in testa alla classifica con 237 punti contro i 229 di Petecof, in una lotta al titolo che riguarda esclusivamente i piloti della Prema e della Ferrari Driver Academy.

Arthur Leclerc è il fratello del pilota della Ferrari Charles Leclerc, e chissà se questo dettaglio ha influito sul suo ingresso nella Ferrari Driver Academy avvenuto nell’inverno 2020. Ciò che è certo, però, sono i risultati in pista maturati dal 19 enne (20 anni tra una settimana) pilota monegasco: nel 2018 ha chiuso al quinto posto nella Formula 4 Francese con due vittorie e 8 podi, nel 2019 ha chiuso terzo nella ADAC Formula 4 tedesca con una vittoria arrivata ad Hockenheim nel round disputato in contemporanea con il GP di Germania di Formula 1 e 8 podi. Con questo campionato di Formula Regional con la Prema il prossimo passo per lui sarà con molta probabilità la Formula 3, che ha testato negli ultimi due giorni a Barcellona con la stessa Prema, dove la concorrenza sarà decisamente più alta rispetto al campionato che sta attualmente disputando. Leclerc però ha dimostrato di saperci fare, specialmente sul bagnato, per cui potrebbe dire la sua nelle prossime stagioni.

© Ferrari Driver Academy / Official Twitter Page

Non solo la Formula Regional, ma al Mugello è andata in scena anche la EuroFormula Open. Per la prima volta Yifei Ye non ha vinto nessuna delle due gare in programma, dovendosi piegare a Lukas Dunner in entrambe le occasioni: in Gara 1 Dunner vince indisturbato dalla pole position davanti ad Andreas Estner e Ben Barnicoat, presente per un cameo con la Carlin al Mugello, con Yifei in quinta posizione. Barnicoat poi sorprende ancora andando a vincere in Gara 2 davanti a Dunner e Yifei, approfittando alla grande delle condizioni di meteo incerte. La classifica del campionato ora vede Yifei comandare con 244 punti contro i 155 di Dunner, che si avvicina sempre più al pilota cinese.

Molta acqua anche nel round della British Formula 3 a Snetterton, che per l’occasione ha visto ben quattro gare, tutte fortemente caratterizzate dalla pioggia. Kaylen Frederick si è aggiudicato Gara 1 davanti a Louis Foster, con Nazin Azman terzo ma nettamente staccato dai primi due. Dopo una pessima Gara 1 chiusa in 11° posizione, Kush Maini si riscatta nella Gara 2 con l’inversione della griglia andando a vincere davanti ad Ulysse De Pauw e Josh Skelton, con Foster fuori dal podio dopo una super rimonta che lo ha portato fino alla quarta posizione. Louis Foster continua il suo ottimo weekend andando a vincere Gara 3 davanti a Frederick, che sul finale ha cercato di attaccarlo ma senza successo; alle loro spalle chiude Benjamin Pedersen, al suo primo podio stagionale. L’ultima gara del round va a De Pauw, con Frederick ancora una volta in seconda posizione. Nazim Azman terzo davanti a Oliver Clarke e Foster, solo settimo Kush Maini dopo aver fatto da tappo in terza posizione nei primi giri. A due round dalla fine del campionato la situazione è apertissima, con la lotta per il titolo aperta a quattro piloti: Maini è in testa con 349 punti, Frederick segue subito dietro a 340 punti. Foster si è avvicinato notevolmente e ora è terzo con 328 punti davanti a De Pauw, quarto a 317 punti.

Passiamo alla Formula 4 italiana, andata anch’essa in azione al Mugello. Andrea Rosso ha conquistato la vittoria in Gara 1 comandando dall’inizio alla fine, con Filip Ugran e Gabriele Bortoleto, autore di una gran rimonta dalla 12° posizione, sul podio insieme a lui. Bortoleto si è poi confermato in Gara 2 centrando la sua prima vittoria in Formula 4 davanti a Gabriele Minì dopo un’incredibile bagarre tra i due, con Dino Beganovic che completa il podio della Prema con il suo terzo posto, approfittando di una penalità di 10 secondi inflitta a Rosso. Podio interamente di marca Prema anche in Gara 3, con Minì che con l’asciutto è andato a vincere davanti a Beganovic e Bortoleto, autore del suo miglior weekend in carriera con i tre podi in tre gare. Con questa vittoria Minì consolida la sua leadership in campionato con 196 punti davanti a Rosso, secondo a 121 punti, e Francesco Pizzi, sceso in terza posizione con 117 punti.

Mugello | Race 1

🔴 LIVE Streaming#mugello | Race 1

Pubblicato da Italian F.4 Championship Powered By Abarth su Sabato 3 ottobre 2020
Mugello | Race 2

🔴 LIVE Streaming#mugello | Race 2

Pubblicato da Italian F.4 Championship Powered By Abarth su Domenica 4 ottobre 2020
Mugello | Race 3

🔴 LIVE Streaming#mugello | Race 3

Pubblicato da Italian F.4 Championship Powered By Abarth su Domenica 4 ottobre 2020

Chiudiamo con la Formula 4 Francese impegnata al Paul Ricard, che ancora una volta ha visto i due giapponesi Ayumu Iwasa e Ren Sato protagonisti assoluti. Iwasa si è aggiudicato Gara 1 davanti a Sato, con Sami Meguetounif terzo ad oltre 15 secondi di ritardo dalla coppia giapponese. Sato si è riscattato in Gara 2 vincendo davanti a Isack Hadjar, secondo dopo il ritiro nella prima gara, con Iwasa in terza posizione. Iwasa è poi tornato al successo in Gara 3 resistendo all’attacco di Sato in avvio di gara, con il suo connazionale relegato poi in terza posizione a vantaggio di Hadjar. A tre round dal termine il campionato ora vede Iwasa in testa con 215 punti contro i 179 di Sato, con i due giapponesi che si confermano i principali pretendenti al titolo, con il francese Hadjar terzo più staccato con 120 punti.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Ferrari Driver Academy / Official Twitter Page

Non ci sono commenti