EWC | F.C.C. TSR Honda France si aggiudica la 24 Heures Du Motos

30 Agosto 2020 - 19:22
|

Il team giapponese con la CBR1000RR-R sbanca in terra francese. Sul podio anche Kawasaki e Suzuki. Ottima gara di Canepa, 4°.




Dopo ben nove mesi torna anche lo Endurance World Championship (EWC) con un grande classico: la 24 Heures Du Motos, sul circuito Bugatti di Le Mans. L’insolita edizione estiva della gara ci ha regalato molte emozioni, grazie anche ad un meteo incerto che ha portato a molte cadute.

Alla fine a spuntarla è il team F.C.C. TSR Honda France dopo 816 giri. L’equipaggio formato da Mike Di Meglio, Josh Hook e Freddy Forray. La CBR 1000RR-R si è dimostrata la moto più affidabile, con dei piloti esperti con un palmarès di livello assoluto. Seconda posizione per il team Webike SRC Kawasaki France Trickstar (David Checa, Jérémy Guarnoni e Erwan Nigon). I campioni in carica puntavano alla vittoria, ma mancava il passo, sia sull’asciutto che sul bagnato. Chiude il podio il team Suzuki SERT (Xavier Simeon, Gregg Black, Etienne Masson). Ottima gara per i leader del campionato, nonostante una caduta nella mattinata con Black, in un contatto con James Ellison, che ha tenuto la GSX ai box per cinque minuti.

Giù dal podio i grandi delusi di questa gara: YART Yamaha (Niccolò Canepa, Karel Hanika, Marvin Fritz). Dopo una partenza a rilento, l’italiano partecipante anche alla MotoE, si è preso la leadership della corsa. Nel proprio primo stint, Hanika è caduto all’ultima curva, dopo circa due ore e 30 di gara, a causa della pioggia. Dopo 14 minuti passati ai box per le riparazioni, Canepa è tornato in pista al 26° posto. Una rimonta furiosa, durata tutta la notte, ha consentito ai tre piloti di concludere ai piedi del podio, nonostante un passo che li avrebbe portati alla vittoria.

Quinta posizione per il primo team clienti: VRD Igol Pierret Experiences #333, seguito da 3ART Best Of Bike #36 ed il team polacco Wójcik Racing Team #77. Tutti i tre equipaggi erano in sella alla Yamaha R1, veloce e resistente agli imprevisti della gara francese.

Enorme delusione per BMW Motorrad World Endurance Team #37, ritirati ad una decina di minuti dallo scoccare delle 24 ore. Ilya Mykhalchyk cade in curva 1, rovinando così le chance di titolo per la casa tedesca. Un grande peccato anche per la Ducati V4R del team ERC-Endurance (Randy De Puniet, Louis Rossi, Julien Da Costa), ritiratosi verso l’alba dopo un problema elettrico.

Classe Superstock

Tanta Italia per quanto riguarda la classe Superstock su uno dei podi più famosi del Mondo. La categoria è stata vinta da GERT56 by GS Yuasa #56 (Stefan Kerschbaumer, Lucy Glöckner and Toni Finsterbusch), in sella alla BMW. Seconda posizione per il team italiano No Limits Motor Team #44 (Luca Scassa, Luca Vitali, Christopher Kemmer), con Team Moto Ain #96 (Roberto Rolfo, Robin Mulhauser, Hugo Clere) che completa il podio.

Nella classifica del campionato Suzuki Endurance Racing Team vola a 127 punti, ben 40 in più di F.C.C. TSR Honda France, a 87. Terza posizione a pari merito per YART Yamaha e BMW, a quota 82, con Kawasaki a 80. Nella classe Superstock Team Moto Ain rimane in testa a 148 punti, con GERT56 a 122 e No Limits a 96.

Il 26 Settembre si terrà l’ultimo appuntamento del EWC 2019/2020, con la 12 Ore di Estoril, in Portogallo.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©fimewc.com

Non ci sono commenti