WRC: cancellato ufficialmente il Rally Australia

12 Novembre 2019 - 10:02
|

A causa dei pesanti e continui incendi boschivi nel Nuovo Galles del Sud, salta l'ultima prova del Mondiale Rally. Hyundai campione del mondo costruttori




Niente da fare per il Rally d’Australia. L’atto conclusivo del WRC, dopo le notizie giunte nella giornata di ieri che vedevano la cancellazione del campionato nazionale e lo stravolgimento della prova mondiale, era ancora in forte dubbio.

Dopo un confronto avvenuto nel pomeriggio australiano con le autorità governative, la FIA, i servizi d’emergenza e la comunità locale, gli organizzatori sono stati costretti alla cancellazione totale dell’evento.

La causa è lo stato d’emergenza in cui versa la parte nord del Galles del Sud, sede delle prove speciali di Rally Australia, in queste ore afflitto da una serie di incendi che in alcune zone della regione han fatto sì che le condizioni siano state classificate come ‘catastrofiche’.

Il presidente di Rally Austrialia, Andrew Papadopoulos, ha dichiarato che la cancellazione fosse l’unica soluzione disponibile, considerando la necessità di prendersi cura di oltre 1.000 persone coinvolte nell’evento. Queste le sue parole: “Tutelando i migliori interessi e la sicurezza di tutti i soggetti coinvolti nella manifestazione e, naturalmente, della più ampia comunità, non è appropriato condurre la manifestazione. I nostri pensieri sono rivolti alla comunità del Nuovo Galles del Sud, in particolare alle persone che hanno perso persone care, mezzi di sussistenza e case a causa degli incendi nel nord del Nuovo Galles del Nord e ringraziamo la comunità del rally per il vostro sostegno e la vostra comprensione”.

Troppo pericoloso gareggiare in queste condizioni: nelle scorse ore Rally Australia aveva provato a salvare la manifestazione stravolgendo la schedule con la riduzione drastica del numero di kilometri (da 324 km a soli 94) e con speciali, come quelle di Destination NSW e Raleigh, da ripetere più e più volte.

Con la cancellazione diventa ufficiale il titolo costruttori per la Hyundai, che così congela definitivamente il vantaggio di 18 punti su Toyota e conquista il titolo iridato per la prima volta nella sua storia.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © WRC Official Twitter Page

Non ci sono commenti