6h Austin – Rebellion davanti nelle prime libere in Texas

22 Febbraio 2020 - 17:25
|

L'equipaggio elvetico precede le Toyota nelle FP1 texane, Aston Martin davanti alle Ferrari nella GTE Pro




La due giorni del ‘Lone Star Le Mans’ per il WEC comincia con una Rebellion che conduce dopo la prima sessione di prove libere. La vettura #1 guidata da Bruno Senna, Norman Nato e Gustavo Menezes ha siglato il miglior tempo in 1:49.957 approfittando anche del BOP che ha decisamente sfavorito Toyota. Le due TS050 Hybrid del team nipponico infatti sono dietro con la vettura #8 (Buemi-Nakajima-Hartley) in seconda posizione dietro di 175 millesimi e la #7 (Conway-Kobayashi-Lopez) addiritura ottava overall con due secondi e mezzo di ritardo.

La situazione del BOP ha fatto si che le LMP2 si avvicinassero di molto alla categoria regina. La Oreca #22 della United Autosports è infatti già di 2.5 secondi sotto il record LMP2 con Albuquerque e si mette in terza posizione overall a soli 531 millesimi dalla Rebellion. Dietro all’equipaggio anglo-americano abbiamo le due Oreca di Jackie Chan DG Racing #37 e Signatech Alpine Elf #36. Da segnalare anche una Full Course Yellow per una ruota persa dalla vettura #29 della Racing Team Nederland, quarta in classifica. Infine, la Cetilar Racing occupa da previsione l’ultimo posto di classe con la Dallara #47.

Nella classe GTE Pro è già grande lotta tra le tre case impegnate. La Aston Martin è davanti con un 2:01.138 segnato dalla Vantage #97 di Alex Lynn e Maxime Martin, subito dietro troviamo le due Ferrari #51 (Calado e Pier-Guidi) e #71 (Rigon e Molina) staccate di pochi millesimi. 4° e 5° posto per le due Porsche #91 e #92, mentre la nuova Corvette C8.R occupa l’ultima posizione assoluta dopo le prime libere. In GTE Am è un poker Porsche al comando con la vettura #77 della Dempsey-Proton Racing davanti con un 2:02.742. Il team piazza anche la sua seconda 911 (#88) al secondo posto, terza invece la Gulf Racing con la macchina #86.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Marius Hecker / AdrenalMedia.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: