Yamaha, Viñales: “Brutta partenza e sfortuna, ma bene sul bagnato”. Rossi: “Facile cadere in queste condizioni”

11 Ottobre 2020 - 20:11
|

Le parole di rammarico e delusione in casa Yamaha ufficiale, con lo spagnolo che deve accontentarsi della decima posizione, mentre il pesarese è scivolato alla terza curva




Gara da dimenticare per la Yamaha nel bagnato di Le Mans. Maverick Viñales nel primo giro si è ritrovato da 5° a 20°, mentre Valentino Rossi ha terminato la sua gara con una scivolata nel corso di una caotica partenza.

Viñales, dalla 20° posizione, è riuscito a recuperare fino alla decima piazza. Lo spagnolo non è riuscito a risolvere i problemi e le sfortune in partenza: “Ho provato qualcosa di diverso in partenza, ma non ha funzionato”, ha detto Top Gun. “Ho provato a partire da solo, senza elettronica. Durante il fine settimana è andata molto bene, sono partito molto veloce. Ma poi durante la gara di oggi, con tutto il rumore provenendo dalle altre moto in griglia, non sentivo la mia moto e non sono riuscito a essere preciso, quindi per la prossima gara torneremo all’elettronica e proveremo a migliorare partendo così. Spero che la sfortuna sia finita, perché nelle prime curve sono rimasto coinvolto nell’incidente di Vale. Per evitare la caduta dovevo andare dritto, e mi sono ritrovato ultimo”.

Dopodiché è iniziata una gara di rimonta: “Poi ho iniziato a lottare molto con gli altri piloti, ma non riuscivo a trovare un buon ritmo. Ma alla fine siamo stati veloci. Sono contento che la moto funzionasse bene sul bagnato. Di solito facciamo un po’ fatica. Peccato che la gara non sia stata più lunga di un giro, perché stavo recuperando con Fabio un secondo al giro. Ma è così e dobbiamo essere positivi, perdiamo solo un punto dal leader in campionato. Questo è importante. La prossima gara sarà sicuramente molto migliore. Aragón è una pista che mi piace molto e cercherò di fare di tutto lì”.

Per Valentino Rossi ancora un ritiro, ancora una scivolata: “È stato un vero peccato, perché una caduta come questa alle prime curve si fa facilmente in condizioni miste. Non capisci ancora il tuo potenziale. Ma sono partito bene, ed ero già in una buona posizione. Sono entrato nella seconda curva molto lentamente, come tutti. Ci stavamo rilassando tutti, perché erano condizioni molto difficili. Faceva molto freddo con la pioggia, purtroppo ho perso il posteriore, peccato e anche io sono un po’ sfortunato in questo periodo, perché non abbiamo preso punti in queste ultime tre gare, mentre la mia velocità e il mio potenziale non erano poi così male. Quindi, dobbiamo riprovare la prossima settimana ad Aragón e vedremo”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©

Non ci sono commenti