Prolungata l’attesa per la MotoGP: rinviato anche il GP di Thailandia

02 Marzo 2020 - 8:50
|

Ieri la cancellazione del GP del Qatar per la MotoGP, oggi la posticipazione della Thailandia. La classe regina rinvia di un mese il suo inizio




“Questo mondiale non s’ha da fare” scriverebbe Alessandro Manzoni se i Promessi Sposi fossero ambientati ai giorni nostri e come protagonista ci fosse il Motomondiale.

Dopo la cancellazione del round di apertura in Qatar, per quanto riguarda la MotoGP, ora anche la Thailandia vede uno stop alla sua gara. Il coronavirus non dà tregua e costringe all’ennesimo rinvio della gara di apertura.

Se per quanto riguarda la corsa qatariota, il limite proveniva dai limiti imposti dalle autorità locali a chi proveniva dall’Italia, in Thailandia la situazione è leggermente diversa. Qui infatti la decisione è legata alla salvaguardia della salute di chiunque avrebbe preso parte all’evento.

Il ministro della Sanità thailandese Anutin Charnvirakul ha affermato: “Dobbiamo prima concentrarci sulla pandemia, quindi rimanderemo la gara fino a nuovo avviso. È nell’interesse del Paese e dei partecipanti”.

Questa volta, quindi, il round non è stato cancellato, bensì posticipato. La data è sconosciuta e le dinamiche sono simili a quelle di Formula 1 con il Gran Premio della Cina. In questa occasione nessuna delle tre classi scenderà in pista.

Se per quanto riguarda Moto2 e Moto3 ci sarà un mese di attesa tra il primo e il secondo appuntamento, per la MotoGP bisognerà aspettare fino al 5 aprile per dare il via alla caccia a Marquez.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Gold & Goose/Red Bull Content Pool

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: