GALLERY | Il ritorno del figliol prodigo: prime foto di Lorenzo sulla M1 a Sepang

03 Febbraio 2020 - 11:35
|

Tutto pronto per il ricongiungimento fra il 5 volte Campione del Mondo e la Yamaha, che ora lo assume come tester, di lusso




Inutile dire che la notizia di un riavvicinamento fra Jorge Lorenzo e la Yamaha, seppur limitato alla sfera test-team, aveva sorpreso. Ma non troppo. Difficile pensare che un pilota, animato incessantemente dall’ardore di correre, tronchi definitivamente la sua carriera motociclistica. Di recente, non l’ha fatto Casey Stoner, nonostante alcune sue problematiche; non l’ha fatto Dani Pedrosa che, di contro, sta dominando imperiosamente la classifica dei test riservata ai collaudatori; non l’ha fatto persino Max Biaggi che, alla soglia dei 49 anni, si diverte ancora a spingere come un matto con un’Aprilia…stradale!

Ed è così che, sfumata – per il bene di entrambe le parti – l’avventura in Honda, Lorenzo ha accolto di buon grado il richiamo della casa dei Tre Diapason. Un richiamo che non prevede, per ora, un ruolo in prima linea, allo scoperto, bensì un fine e meticoloso operato alle spalle di tutto, sfruttando la sagacia e la precisione che da sempre hanno contraddistinto il #99 di Palma di Maiorca. Un richiamo, quasi, materno, che di rimando, ma neanche troppo, serve a coccolare il nuovo arrivato, quell’astro francese di origini italiane, candidato a rinverdire la bacheca giapponese dei titoli mondiali, ferma all’ultimo titolo, proprio di Lorenzo. Il quale, giunto a Sepang, non perde occasione per posare in tuta Yamaha, sulla M1, con l’immancabile 99 rosso sul cupolino. Che fa sempre la sua porca figura.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © MotoGP / Official Facebook

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: