MotoGP: Marquez fa l’extraterrestre a Austin e vince su Quartararo e Bagnaia

Grandissima gara di rimonta per Bastianini che chiude sesto, attardati gli altri italiani

Nonostante Marc Marquez non sia ancora al 100% della sua forma, qua ad Austin si trova bene come nel giardino di casa sua e si porta così a casa una vittoria di puro dominio. Già alla partenza brucia Quartararo e Bagnaia e si ritrova primo dopo la prima curva davanti al leader del mondiale e al ducatista, per circa 5 giri tiene un ritmo non particolarmente alto che permette a circa 9 piloti di creare un trenino dietro di lui, ma poi improvvisamente inizia a tirare fortissimo stampando anche un 2:04:3 e tenendo da lì in avanti un ritmo insostenibile per tutti gli altri, che lo porta a vincere in scioltezza una gara assolutamente dominata. Grande gara anche in ottica mondiale per Fabio Quartararo, che chiude secondo, e pur non riuscendo a tenere il ritmo di Marquez, riesce a scavare un solco importante su Martin che è stato fino agli ultimi giri il suo primo inseguitore, anche se non è mai riuscito ad impensierirlo. Bagnaia limita i danni dopo un inizio di gara difficile che lo ha visto scendere fino in sesta posizione, per venire fuori poi nella seconda parte di gara, superando Rins, Miller che gli ha facilitato il sorpasso e inducendo nel finale Martin a tagliare nel serpentone del primo settore, taglio che gli è costato anche un long lap penalty.

A causa di questa penalità, Martin chiude in quinta posizione, dietro a un ottimo Rins con la prima delle Suzuki e davanti a un incredibile Enea Bastianini, che ha messo in mostra una gara fatta di sorpassi e un ritmo sempre in crescendo giro dopo giro, che lo ha portato ad una grande rimonta. Settima posizione per l’altra Suzuki di Mir, che precede Jack Miller, che dopo un’ottima prima fase di gara, ha probabilmente pagato dazio con un’usura accentuata delle sue gomme, che lo ha costretto a perdere diverse posizioni nel finale da quarto che era. Chiudono la top ten Brad Binder con la Ktm e Pol Espargarò, con la seconda Honda Hrc. Buona gara anche per Oliveira, undicesimo, e Alex Marquez, dodicesimo, davanti ad un terzetto tutto italiano composto da Andrea Dovizioso, Luca Marini e Valentino Rossi, che dopo aver girato in ultima posizione alla prima curva è riuscito a recuperare per strappare almeno un punticino. Gara difficile per gli altri due italiani in griglia, Danilo Petrucci, solo diciottesimo, e Morbidelli, che ancora in fase di recupero dall’infortunio chiude diciannovesimo. Da segnalare anche le cadute di Nakagami al secondo giro, che poi con un ritmo velocissimo riesce comunque a chiudere diciassettesimo, e quelle di Aleix Espargarò e Zarco, che invece li costringono al ritiro. Dopo questo appuntamento Quartararo riallunga un pochino nel mondiale portandosi a +52 su Bagnaia e inizia a sentire il profumo del primo titolo nella classe regina sempre più vicino.

Immagine in evidenza: ©Repsol Honda Team Twitter Page

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone

Autore

Andrea Perlasca
Studente di Filosofia appassionato di motori, specialmente delle 4 ruote e dell'eSport.

Lascia un commento! on "MotoGP: Marquez fa l’extraterrestre a Austin e vince su Quartararo e Bagnaia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*