O’Ward in, Askew out, Rosenqvist come sostituto in Arrow McLaren SP?

14 Ottobre 2020 - 13:00
|

L'americano ha visto il contratto non rinnovato per il 2021, a differenza di O'Ward. Al suo posto si vocifera lo svedese della #10 di Ganassi




Se la Silly Season della NTT IndyCar Series non era già sufficientemente movimentata, ecco che a causare un enorme terremoto arriva la notizia da parte di Arrow McLaren SP dell’addio ad Oliver Askew, pilota per il 2020 della vettura #7.

Askew, campione Indy Lights del 2019, era arrivato in Arrow McLaren SP per la sua prima stagione completa nella serie a ruote scoperte proprio quest’anno. Le sue prestazioni sono state sì altalenanti, ma nel suo anno da rookie ha dimostrato competenza e prestazioni, culminate nel terzo posto alla prima gara dell’Iowa Speedway.

Alla Indy 500, poi, il pilota americano ha avuto un violento impatto che lo ha lasciato con una concussione (non diagnosticata). Askew ha proseguito per quattro gare prima di farsi controllare e di doversi arrendere per la gravità della situazione.

McLaren ha deciso di far correre Askew nel season finale di Saint Petersburg se il pilota dovesse superare i controlli medici della serie, lasciandolo poi libero di valutare altre opportunità per il 2021.

Al contempo, la squadra ha confermato Pato O’Ward per il 2021, e secondo un’indiscrezione di Motorsport.com, il sostituto di Askew sarebbe già stato scelto e sarebbe solo questione di tempo prima dell’annuncio.

Ad occupare il sedile della vettura numero 7 ci sarebbe Felix Rosenqvist, fresco della sua prima vittoria con Chip Ganassi Racing. Lo svedese andrebbe quindi a lasciare libero il sedile della #10 che, probabilmente (seppur non ci siano notizie ufficiali al momento), dovrebbe andare a Jimmie Johnson (con condivisione del sedile per gli ovali, dato che il sette volte campione NASCAR non vuole correre negli ovali). Vi è, comunque, la possibilità che Johnson abbia una quarta vettura ed un altro pilota prenda il sedile della #10.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © IndyCar Media

Non ci sono commenti