Formula Nation – F1 | Anteprima del Gran Premio d’Ungheria

15 Gennaio 2020 - 19:48
|

La Formula 1 di Formula Nation correrà stasera in Ungheria. Andiamo scoprire le caratteristiche ed i dati dell'Hungaroring. La gara partirà stasera alle 21.00 e sarà trasmessa sul canale YouTube Formula Nation TV.




La settimana scorsa, in quel di Hockenheim, la Formula 1 by Formula Nation ci ha regalato una gara al cardiopalma, ricca di duelli e confronti ai limiti del regolamento. Sette giorni dopo il paddock si sposta in Ungheria, Budapest, scenario del 12° round del campionato 2019/2020. Se già in Germania il duello tra Ferrari e Mercedes si presentava incandescente si può affermare senza alcun dubbio che l’aria ungherese non è affatto differente.

Il 2020 è iniziato nel migliore dei modi per Mercedes, vincitrice nel GP di casa con De Campo ed ora più che mai vicina alla prima posizione in classifica piloti. Alla vigilia del Gran Premio d’Ungheria soli 9 punti separano Scolaro, De Campo e Fedele, dunque qualsiasi evento può ribaltare rapidamente la situazione.

Torna in pista Filippo Bellegati, mancato in via eccezionale ad Hockenheim. Consigliamo, quindi, di considerare particolarmente le battaglie nella zona centrale della classifica. Sulla carta la Haas di Rokita e L’Altrella (chiamato dalla squadra di Simone Cirillo per sostituire Ternino) si dovrebbe trovare meglio nelle strette ed insidiose curve dell’Hungaroring; viceversa per la Racing Point, che visto il basso drag potrebbe incontrare un marcato sottosterzo.

La gara verrà trasmessa in diretta alle ore 21.00 sul canale YouTube Formula Nation TV.

LA PISTA

I 4.381 km dell’Hungaroring sono composti da 14 particolari curve, ognuna delle quali metterà a dura prova i piloti in pista questa sera. Il circuito ungherese, presente nel calendario della F1 dal 1986, ha sempre vantato la nomea di “toboga“, assegnatagli in primis dalla stretta carreggiata ed in secondo luogo dalla fantastica quanto ostica sequenza di curve che permette al pilota di riposarsi solo nel rettilineo principale, lungo ben 800 metri (10° per lunghezza nel calendario di F1).

Il primo settore sarà sicuramente il punto della pista più attivo considerando le due zone D.R.S. poste prima e dopo curva 1. La seconda sezione inizia con curva 4, la più bella della pista: si tratta di una curva cieca in salita che si affronta privi di effettivi punti di riferimento. Attenzione ai limiti della pista in uscita curva poiché, vista l’alta velocità di percorrenza. non sarà difficile finire con tutte le ruote oltre la linea bianca. Il secondo settore continua con una sequenza di chicane in cui il sorpasso sarà pressoché impossibile, per poi passare all’ultima sezione del tracciato composta da tre curve dove l’aerodinamica la fa da padrone. Un occhio di riguardo va riservato soprattutto a curva 14, la lunga destra che immetterà i piloti nel rettilineo principale.

Per quanto concerne le strategie si prevede un minimo utilizzo della gomma Morbida (C4) nel primo stint a causa dell’elevamento surriscaldamento dello pneumatico. Assai più attendibile, dunque, l’ipotesi riguardante una strategia impostata sulla gomma Media (C3) per i primi due stint e sulla gomma Morbida (C4) per l’ultima parte di gara. Attenzione all’opzione sosta singola, potrebbe esser utilizzata dai piloti che vantano un’ottima costanza.

LE STATISTICHE

A differenza della Germania, dove Mercedes ha sempre vinto, in Ungheria la scuderia gestita da Schirru non è mai riuscita a conquistare il successo. Nel 2016 vinse Red Bull con il poi Campione del Mondo Filippo Bellegati, seguito dalle Mercedes di Sanzone e Monaco. Le due edizioni successive furono dominate dalla Ferrari, capace di portare a casa la doppietta sia nel 2017 (Lauro – Bellegati) sia nel 2018 (De Campo – Casciaro).

In qualifica il tempo di riferimento è l’ 1:14.471 realizzato da De Campo nel 2018 con gomme Ultrasoft, mentre in gara il record appartiene a Salvatore Aloj (Red Bull) che sempre un anno fa registrò il miglior tempo in 1:15.824 (Ultrasoft).

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: