Anteprima E-Prix di Ad-Diriyah 2019 | Info, orari, statistiche e TV

20 Novembre 2019 - 15:47
|

Inizia la stagione del Campionato ABB FIA Formula E con un doppio appuntamento. Siamo in Arabia Saudita per le prime due gare della Season 6!




Dopo i test, dopo la presentazione delle squadre e dei piloti, siamo giunti al fatidico momento. Questa settimana inizia la sesta stagione del Campionato ABB FIA Formula E, ed inizia con un double-header, due gare sullo stesso circuito. La prima e seconda tappa, infatti, si disputeranno sul circuito di Riyadh, in Arabia Saudita.

Circuito

Il circuito di Riyadh, in Arabia Saudita.
Riyadh Street Circuit
Prima partecipazione2018
Lunghezza2.495 m
Curve21
Giro più veloce in qualifica1:17.728 (Antonio Felix da Costa, 2018)
Giro più veloce in gara1:12.591 (André Lotterer, 2018)

Il circuito saudita è uno dei più lunghi della stagione, con i suoi 2.495 metri di lunghezza. È composto da 21 curve (9 a sinistra e 12 a destra), la cui percorrenza è caratterizzata dalle curve strette che ne segnano, in modo particolare, il secondo settore. Questo circuito è entrato a far parte del campionato ABB FIA Formula E solo nella quinta stagione, ma ha dato già prova di essere un tracciato interessante.

Cosa tenere d’occhio

Rispetto alla scorsa stagione ci sono stati alcuni cambiamenti nella line-up dei team e piloti:

  • HWA Racelab è diventata Mercedes EQ Formula E Team, con Stoffel Vandoorne e Nyck De Vries come piloti.
  • Un dodicesimo team si è aggiunto: TAG Heuer Porsche FE Team, con alla guida Neel Jani ed André Lotterer, il quale ha lasciato DS Techeetah.
  • In sostituzione di Lotterer, DS Techeetah ha ingaggiato António Félix da Costa al fianco del bi-campione Jean-Éric Vergne.
  • Per sostituire Da Costa, BMW i Andretti Motorsport ha messo sotto contratto Max Günther, che guiderà assieme ad Alexander Sims.
  • Line-up completamente rinnovata per GEOX Dragon, con Brendon Hartley e Nico Müller alla guida per il team statunitense.
  • Panasonic Jaguar Racing ha ingaggiato James Calado, il quale prende il posto di Alex Lynn.
  • NIO ha cambiato proprietà, diventando NIO 333 FE Team, tenendo alla guida Oliver Turvey e mettendo, nella seconda macchina, Ma Qing Hua.

La nuova line-up è quindi così composta:

2019-20 ABB FIA Formula E Line-up
Audi Sport ABT Schaeffler#11Lucas Di Grassi#66Daniel Abt
BMW i Andretti Motorsport#27Alexander Sims#28Max Günther
DS Techeetah#13António Félix da Costa#25Jean-Éric Vergne
Envision Virgin Racing#2Sam Bird#4Robin Frijns
Geox Dragon#6Brendon Hartley#7Nico Müller
Mahindra Racing#64Jérôme d’Ambrosio#94Pascal Wehrlein
Mercedes-Benz EQ#5Stoffel Vandoorne#17Nyck De Vries
NIO 333#3Oliver Turvey#33Ma Qing Hua
Nissan e.dams#22Oliver Rowland#23Sébastien Buemi
Panasonic Jaguar Racing#20Mitch Evans#51James Calado
TAG Heuer Porsche#18Neel Jani#36André Lotterer
Venturi Racing#19Felipe Massa#48Edoardo Mortara

Inoltre, ci sono stati alcuni cambiamenti regolamentari:

  • Da questa stagione, il pilota più veloce in ogni gruppo di qualifica otterrà 1 punto per la classifica. Ciò significa che, in un intero weekend, ci sono ora in palio ben 30 punti (25 per la vittoria, 1 per il giro più veloce, 1 per il tempo più veloce nel gruppo di qualifica, 3 per la pole position).
  • L’Attack Mode è stato potenziato, passando da 25kWh a 35kWh, diventando quindi più interessante da usare nelle strategie. Allo stesso tempo, l’Attack Mode non potrà essere attivato sotto Full Course Yellow o sotto Safety Car.
  • Per ogni minuto trascorso sotto Full Course Yellow o Safety Car, verrà detratto 1kWh dall’energia totale che i piloti possono usare. Ciò significa che, se una SC dura 5 minuti, i piloti si troveranno con 5kWh in meno alla ripartenza, rendendo così più complicata la gestione energetica.
  • L’utilizzo di doppi motori (tecnologia sfruttata da Nissan nella Season 5) è stato vietato, costringendo tutti i team ad avere massimo una MGU (Motor Generator Unit) per vettura.

La scorsa stagione

Come detto, il circuito di Riyadh è entrato nel calendario solo nella Season 5, anche lì come gara d’apertura del Campionato. La gara, ad evento unico, vide in pole position António Félix da Costa per BMW i Andretti Motorsport, davanti a José María López per GEOX Dragon e Sébastien Buemi per Nissan e.dams. Al traguardo, da Costa mantenne la testa della corsa ottenendo la sua seconda vittoria in carriera, difendendosi da un arrembante Jean-Éric Vergne (DS Techeetah) e Jérôme d’Ambrosio (Mahindra Racing).

Track stats | Ad-Diriyah E-Prix
Pilota con più vittorieAntónio Félix da Costa (1)
Squadra con più vittorieBMW i Andretti Motorsport (1)
Podio 2019Da Costa – Vergne – D’Ambrosio

Orari

Questa è la tabella delle sessioni per quanto concerne la due giorni in Arabia Saudita:

Venerdì 22 novembre 2019Sabato 23 novembre 2019
FP105:00FP306:45
FP207:00
Qualifiche – Gruppo 109:00Qualifiche – Gruppo 109:00
Qualifiche – Gruppo 209:10Qualifiche – Gruppo 209:10
Qualifiche – Gruppo 309:20Qualifiche – Gruppo 309:20
Qualifiche – Gruppo 409:30Qualifiche – Gruppo 409:30
SuperPole09:45SuperPole09:45
Gara 113:04Gara 213:04

Per quanto concerne la diretta televisiva, le prove libere saranno visibili sul canale YouTube della FIA Formula E. Le qualifiche saranno trasmesse in diretta su SportMediaset.it e su Eurosport 1. La gara invece sarà trasmessa sul Canale 20 e su Eurosport 1.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©

Non ci sono commenti