WTCR 2019 Macao GP | Priaulx brucia Huff in partenza e trionfa in Gara 3

17 Novembre 2019 - 5:42
|

Tre su tre per Cyan Racing, che in Gara 3 vince con Andy Priaulx. Il britannico trionfa davanti ad Huff e Vernay. Muller 6°, Guerrieri 10° e Michelisz 12°. In Malesia sarà una battaglia a tre per il titolo.




Il team Cyan Racing Lynk & Co vince di nuovo in gara 3 a Macao ma stavolta a salire sul gradino più alto del podio è Andy Priaulx, che conquista la prima vittoria stagionale regolando un aggressivo Huff dal primo all’ultimo giro. Per Priaulx questo successo ha un significato importante: è la prima vittoria in un campionato mondiale turismo da gara 2 ad Oschersleben nel 2010, l’ultimo anno per il britannico alla guida della gloriosa BMW 320si del Team RBM. Completano il podio della terza manche Huff e J. K. Vernay, mentre poco più distante giunge l’altra Volkswagen guidata da Kristoffersson. I pretendenti al titolo si trovano tutti oltre la Top 5, con Muller 6°, Guerrieri 10° e Michelisz solo 12°.

Gara 3 a Macao non si può di certo annoverare tra le corse più spettacolari di sempre nel Guia Circuit; tuttavia il ritmo mantenuto dai primi quattro è stato forsennato. Ciò ha reso la gara fluida e, per fortuna, priva di interruzioni causate da incidenti o problemi vari.

In partenza il pole-man Huff perde la prima posizione nei confronti di Priaulx, il quale allunga senza problemi già in uscita dalla prima curva. Alle spalle dei primi due c’è qualche contatto, ma il gruppo scorre senza intoppi verso la fine del primo settore. L’unico cambiamento tra i primi cinque si ritrova nel sorpasso di Kristoffersson su Catsburg, con lo svedese che sale al 4° posto mentre il pilota Hyundai cede il passo anche a Bjork.

Il difficile weekend di Hyundai continua nella manche finale: mentre Catsburg deve fronteggiare un plotone di vetture alle sue spalle composto da Muller, Ehrlacher, Ceccon, Guerrieri, Coronel e Michelisz, ecco che Tarquini si ritrova costretto ad alzare bandiera bianca, ritirandosi a causa di un problema tecnico verificatosi durante il secondo giro.

La gara continua senza grandi cambiamenti. Il ritmo di Priaulx, Huff, Vernay e Kristoffersson sembra insostenibile per gli altri, con il solo Bjork che riesce a distaccarsi dal gruppo in lotta per il 6° posto. Catsburg, infatti, è costantemente sottoposto alla pressione di Muller che dalla sua ha il vantaggio di esser seguito dal compagno di squadra e nipote Ehrlacher.

Al settimo giro Michelisz tenta un attacco su Coronel, 11°, ma alla staccata della Lisboa l’olandese si difende egregiamente. Queste sono le ultime e poche emozioni di una gara che nel finale vede come unico scambio di posizioni l’ordine di squadra impartito a Bjork, invitato a cedere ben due posizioni a favore del compagno Muller. In mezzo ai due di Cyan Racing vi è Catsburg ma, come si è visto nelle due precedenti gare, il team non si è fatto problemi nell’attuare ordini che comportassero perdite di posizioni non solo nei confronti dei compagni di squadra, bensì anche rispetto a piloti appartenenti ad altri team.

Gara 3 del WTCT a Macao si conclude, quindi, con la terza vittoria su tre manche di Cyan Racing, l’ultima delle quali ottenuta con Priaulx. Le “vecchie volpi” del mondiale turismo l’hanno fatta da padrone, segno che l’esperienza assume un valore doppio in piste ostiche dai riferimenti quasi nulli.

Per quanto riguarda l’Italia le uniche soddisfazioni sono giunte dall’eccellente weekend di Ceccon. Due podi e un 9° posto rappresentano sicuramente uno stimolo importante per migliorare, soprattutto visto il difficile weekend di Suzuka.

Al termine delle tre manche la classifica piloti vede Michelisz ancora al comando con 317 punti all’attivo, seguito da Guerrieri a 307, soli nove punti dall’ungherese. Per Honda poche gioie sì, ma anche la consapevolezza che Guerrieri ha salvato un fine settimana difficile permettendo al team ALL Inkl di dirigersi verso Sepang con sole nove lunghezze di distacco da Michelisz. 305 sono, invece, i punti che può vantare Muller dopo i tre appuntamenti al Guia Circuit. Solo undici i punti che separano l’alfiere di Cyan Racing dalla vetta, situazione impensabile prima di Suzuka.

Per quel che riguarda la classifica squadre Cyan Racing Lynk & Co sale a 593 punti, contro i 521 di BRC Hyundai N Squadra Corse ed i 499 di ALL-INKL.COM Münnich Motorsport

Il WTCR ora si prepara per l’ultimo, decisivo appuntamento stagionale in Malesia, nel circuito di Sepang. L’appuntamento è per il 13-15 dicembre, con le tre manche che verranno trasmesse da Eurosport

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©FIA WTCR Media Center / DPPI / Florent Godden

Non ci sono commenti