Undercut: mercato piloti fermo fino al 2021?

04 Aprile 2020 - 7:44
|

Con la stagione 2020 che rischia di essere disputata solo per metà, e con la stabilità regolamentare, bisogna capire cosa faranno i team con i contratti dei piloti




Con la stagione 2020 non ancora iniziata, e con la comunicazione da parte della Federazione che il regolamento di quest’anno sarà in vigore anche l’anno prossimo, dovremo capire come le squadre organizzeranno le loro line up e come regoleranno i contratti con i piloti. 

Con il termine della stagione 2020, i contratti di ben 16 piloti su 20 arriveranno alla fine naturale della loro durata. Gli unici che ad oggi sono confermati anche per il 2021 sono Leclerc, Ocon, Perez e Verstappen.
Tutto il resto è fantamercato, come gli scambi tra Vettel e Ricciardo o tra Vettel e Hamilton.
E probabilmente tutto potrebbe congelarsi anche per il 2021 o forse oltre. 

I team potrebbero infatti decidere di proporre un rinnovo anche di un solo anno ai loro piloti per via del fatto che nel 2021 si utilizzeranno le monoposto 2020 o, comunque, una versione sviluppata delle monoposto progettate per questa stagione. E nessun team vorrebbe vedersi sfuggire un pilota che conosce criticità e punti di forza della vettura.
Inoltre, con le monoposto 2021 (che debutteranno nel 2022) già in fase di sviluppo, i team con tutta probabilità vorranno evitare il rischio di una fuga di notizie. 

Questa situazione rafforzerebbe le voci di un possibile rinnovo di Vettel con la Ferrari e di Hamilton con la Mercedes.
Avere dei piloti di questo calibro che hanno dettato le linee progettuali per le monoposto che saranno in pista quest’anno e l’anno prossimo, vorrebbe dire avere un punto di forza non trascurabile.
Potrebbe quindi essere un’estate senza scossoni dal punto di vista del mercato piloti, se non per ingaggi di nuovi piloti nei vivai o trasferimenti di terzi piloti e collaudatori. 

Tutti i grandi trasferimenti con ingaggi faraonici potrebbero essere quindi rinviati al termine della mini stagione 2020 o addirittura all’estate 2021.
Ovviamente queste sono solo ipotesi, visto che potrebbe essere messa in piedi una ‘super season’ 2020/21 sulla falsa riga del WEC, e già questa soluzione bloccherebbe di fatto quasi tutti i trasferimenti. 

Automaticamente, tutto questo ‘blocco’ del mercato potrebbe coinvolgere anche i tecnici, che si troverebbero a dover affrontare periodi di gardening che potrebbero arrivare anche a superare i 12 mesi. La ragione di un periodo di riposo forzato riguarda proprio la volontà di evitare che vengano messe le mani su progetti che avranno un tempo di gestazione lunghissimo, spropositato rispetto ai normali tempi di sviluppo di una F1.
Un eventuale trasferimento oggi, se si considera un gardening di un anno, vorrebbe dire che i tecnici potrebbero iniziare a lavorare sulle prossime monoposto già ad aprile 2021, e potrebbe essere troppo presto se si ipotizza una presentazione a febbraio 2022.

Un valore che aumenterà in modo esponenziale sarà quello dei tecnici FIA, che potrebbero portare in dote alle possibili nuove squadre una enorme quantità di progetti e idee di altri team. Relativamente a questo aspetto è però lecito aspettarsi delle lunghissime e dettagliate note da parte della Federazione  che regolamenteranno i mercati dei tecnici e dei piloti, così da evitare future polemiche e bloccare eventuali assalti ai propri tecnici. 

A beneficiare di questo periodo di calma e dello stop regolamentare, potrebbe però essere Pirelli.
La casa milanese si è vista bocciare le mescole proposte per il 2020, e si è trovata obbligata a fornire pneumatici con mescole 2019 anche nel 2020. Adesso, con la mole di dati ottenuta a Barcellona e con tutti i dati della passata stagione, è possibile aspettarsi un prodotto 2021 che sia estremamente competitivo ed in linea con le richieste di team e piloti.

Ma vedremo, ancora stiamo brancolando nel buio e non sappiamo se e quando questa stagione prenderà il via. Come diceva Forrest Gump “La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita”. Quindi non ci rimane che attendere ancora qualche settimana per capire come si evolverà la situazione sportiva e, di conseguenza, il mercato piloti e tecnici. 

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©F1 Twitter Account

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: