Vinales, Quartararo, Morbidelli: prosegue il dominio Yamaha in FP2

16 Ottobre 2020 - 15:29
|
GP Aragona 2020

I tre alfieri della casa giapponese la spuntano anche nel time attack. Mir è 4°, bene A. Espargaro, 6°. Per Ducati è notte fonda




Maverick Vinales è il pilota più veloce anche al termine del secondo turno di prove libere sul circuito di Aragon. 1:47.771 il riferimento cronometrico dello spagnolo, circa 1 secondo più rapido di quello fatto registrare nella sessione di stamattina. Vinales va, ancora una volta, a comandare un trenino formato esclusivamente da Yamaha. Quartararo e Morbidelli, infatti, replicano in fotocopia le posizioni del mattino, distanti rispettivamente dalla vetta poco più di due e quattro decimi.

Il time attack finale, utile a causa della prospettiva di temperature molto basse – e quindi non ottimali – di domattina, amplia la distanza fra le Yamaha e il resto della concorrenza. Mir, 4°, è infatti ad 8 decimi dalla vetta, e a 3 da Morbidelli. Importante, per l’alfiere Suzuki, centrare una buona qualifica per non dover nuovamente impelagarsi in un’ardua rimonta, deleteria ai fini mondiali. 5° la prima Honda di Crutchlow, seguito da un buonissimo Aleix Espargaro, lesto a sfruttare il gancio di Vinales per inserirsi, provvisoriamente, in Q2. Il pilota Aprilia precede suo fratello Pol in 7°, davanti ad Alex Marquez, solido 8°, Nakagami e Rins.

Ha del sorprendente la prestazione di Rabat, 12°, preceduto da Zarco, a precedere un altrettanto soprendente, ma in negativo, Dovizioso in 13°, miglior GP20 in pista. Tante difficoltà per Ducati, dato che Miller e Petrucci sono 14° e 15°, mentre Bagnaia replica la pessima prestazione delle FP1 e chiude 19°. Chiude il gruppo Binder, autore di una pesante scivolata.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.com
TAG | | |

Non ci sono commenti