Ducati | Petrucci: “Finalmente una buona qualifica” – Dovizioso: “Fiducioso per domani”

05 Ottobre 2019 - 20:30
|
GP Thailandia 2019

Le parole dei piloti Ducati al termine delle qualifiche sul circuito di Buriram




Sono un e un 7° posto il bottino dei piloti Ducati al termine della giornata di qualifiche. La Desmosedici non pare più farla da padrone in terra thailandese, soprattutto sul giro secco. I piloti, di contro, hanno cercato di tirar fuori il massimo. In particolare Danilo Petrucci, finalmente autore di una qualifica soddisfacente, che lo vedrà scattare dal centro della seconda fila: “Finalmente ho fatto una buona qualifica, nonostante il meteo di questa mattina ci abbia messo un po’ in difficoltà. Siamo dovuti passare dalla Q1, ma mi sono difeso bene e insieme alla squadra abbiamo fatto un buon lavoro. Come avevo detto ieri, abbiamo capito la direzione giusta in cui lavorare e quindi sono tornato nelle posizioni in griglia che volevo. Sono molto contento perché vedo che le cose stanno ricominciando a funzionare: voglio ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutato, sia nel reparto corse a Bologna che nella mia squadra, e domani voglio concludere con un bel risultato il buon lavoro che abbiamo fatto oggi“.

Va leggermente peggio ad Andrea Dovizioso, due posizioni più indietro rispetto al compagno di team. Il forlivese, nonostante la 7° casella in griglia, è fiducioso del suo passo gara: “Il mio feeling con la moto è decisamente migliorato rispetto a ieri e siamo abbastanza veloci con le gomme usate, per cui ho delle buone sensazioni per domani. Purtroppo non siamo riusciti a sfruttare bene le gomme nuove in qualifica e quindi domani partirò dalla terza fila ma, con una buona partenza, penso di poter fare una bella gara perché sarà un Gran Premio lungo e siamo in tanti ad avere un passo simile. Decideremo la nostra strategia durante la gara, ma abbiamo lavorato bene e sono fiducioso per domani“.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone

Immagine in evidenza: © motogp,com

Non ci sono commenti