Detroit salta, al suo posto terza gara all’IMS e due double-header

07 Aprile 2020 - 10:15
|

Fuori dal calendario un double-header, in sostituzione due eventi raddoppieranno e ci sarà un terzo evento all'IMS.




Per quanto Roger Penske possa aver compiuto la mossa del secolo con l’acquisto dell’intera IndyCar Series, nemmeno lui può qualcosa contro il COVID-19, ed infatti ecco che il calendario 2020 della serie a ruote scoperte americana ha subito un’ennesima modifica.

Fuori il Dual in Detroit

© Chris Owens – IndyCar Media Center

Con l’ultima modifica del calendario, il 30 e 31 maggio si sarebbe dovuta disputare la Chevrolet Dual in Detroit, la due giorni che di norma segue la 500 miglia di Indianapolis. Con il cambiamento in calendario, questa gara era diventata l’appuntamento di apertura della serie, ma la città ha dovuto annullare l’evento perché non si sarebbe disputato in condizioni di sicurezza pubblica per gli spettatori, le squadre ed i piloti. Si è cercata una nuova data per inserire l’appuntamento di Detroit (riportato nella serie da Penske stesso nel 2006), senza però trovare un accordo, arrivando quindi alla cancellazione dell’evento per il campionato 2020.

Double header in Iowa ed a Laguna Seca

© Stephen King – IndyCar Media Center

Per contrastare la perdita di eventi nel calendario, la INDYCAR ha raggiunto un accordo con la gestione dell’Iowa Speedway per trasformare la Iowa Corn 300 in un doppio evento. La gara da 300 giri e 262.5 miglia sarà disputata per due giorni, venerdì 17 luglio e sabato 18 luglio. Allo stesso modo, al WeatherTech Raceway Laguna Seca si disputerà un double header sabato 19 settembre e domenica 20 settembre (in entrambi i casi, la gara aggiuntiva è il giorno prima della data originale, quindi il 17/7 ed il 19/9).

Terza gara all’IMS: IndyCar Harvest GP

© IMS.com

Si aggiunge al calendario, novità assoluta nella serie, un secondo evento sul Road Course di Indianapolis: l’IndyCar Harvest Grand Prix. L’evento, che si terrà il 3 ottobre, sarà disputato come detto sul Road Course dell’Indianapolis Motor Speedway, e ad ora sarà l’ultimo evento della stagione in quanto Saint Petersburg (ufficializzato come nuovo evento finale) non ha ancora una data confermata. Con questo ulteriore evento, ad ora il calendario conta 15 gran premi, che si spera possano contribuire a mantenere attivo un campionato mai realmente iniziato, e che a questo punto si spera prenderà il via a giugno con l’ovale del Texas Motor Speedway.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © James Black - IndyCar Media Center

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: