La Porsche fa doppietta e vince il costruttori

26 Agosto 2019 - 14:10
|

Dominio delle 911 RSR con Tandy e Pilet che trionfano al VIR. Mercedes al top tra le GTD




La Porsche ha letteralmente dominanto l’appuntamento dell’IMSA interamente dedicato alle vetture Gran Turismo. Al Virginia International Raceway, le 911 RSR hanno piazzato una splendida doppietta che ha regalato alla casa di Stoccarda anche il titolo costruttori della classe GT Le Mans. Il successo se lo sono presi Nick Tandy ed il campione 2015 Patrick Pilet, al volante della #911. Secondo posto per la gemella, la #912 di Laurent Vanthoor ed Earl Bamber che scattavano dalla pole position.

La gara è iniziata in maniera eccellente per la Porsche, con Tandy che, scattato dal sesto posto è avanzato subito in seconda posizione. Le vetture tedesche hanno immediatamente impresso il ritmo alla corsa, seguite a distanza dalla Corvette #3 condotta da Jan Magnussen. Il vantaggio svanisce a causa di una Safety Car dopo un incidente tra due GT Daytona, con Tandy che ai box passa la vettura gemella e si porta in vetta. Sulle Porsche salgono Vanthoor e Pilet, che immediatamente riallungano sulla concorrenza.

La lotta per il podio è circoscritta a Corvette e Ford, con le BMW che non sono praticamente mai state in lotta per tutto il fine settimana. Tra le GTD splendida la lotta tra Porsche, Lexus, Acura e Mercedes. La AMG GT3 #33 di Bleekemolen sale in cattedra nell’ultima ora, con l’olandese che sopravanza di forza l’Acura #86 di Farnbacher. Le fasi finali sono caratterizzate dal contatto tra Muller e Garcia, che finiscono fuori pista tornando successivamente in gara,

Violento impatto per l’Acura #57 di Katherine Legge, che costringe la direzione gara ad una nuova bandiera gialla. Le Porsche ripartono mantenendo il dominio ed assicurandosi così il titolo. Completa il podio la Corvette #3 di Magnussen-Garcia. Tra le GT Daytona si impone la Mercedes #33 di Bleekemolen-Keating.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©Porsche Motorsport Twitter Page

Non ci sono commenti