Piastri vince una spezzettata Gara 2 a Jeddah, davanti a Viscaal e Shwartzman

L'australiano mette più di una mano sul titolo piloti di Formula 2 portandosi a +47 sul compagno in Prema Shwartzman

Dopo quattro pole di fila, un campionato condotto in maniera magistrale per un Rookie, come solo pochissimi altri prima di lui sono riusciti a fare, grazie a questa vittoria in Gara 2 in Arabia Saudita, Oscar Piastri può con tutta probabilità iniziare a fare gli ordini di Champagne per i festeggiamenti del titolo, ma vediamo come è arrivata questa sua ennesima vittoria stagionale.

Il pilota australiano parte subito benissimo e dalla terza casella brucia Viscaal e si mette dietro Daruvala che mantiene la leadership. Nelle retrovie intanto c’è un doppio incidente con Novalak che colpisce Armstrong, vincitore di Gara 1, e Samaia che colpisce Deledda, tutti e 4 i piloti out. Esce la Safety Car, che rientra al quarto giro, ma la ripartenza non regala particolari emozioni, con Daruvala che conduce davanti a Piastri, terzo Lundgaard, che precede Viscaal, Ticktum, Shwartzman e Vips, con Pourchaire che da diciannovesimo in griglia si ritrova dodicesimo, giusto davanti a Zhou. Al sesto giro Vips, dopo essere stato passato da Drugovich, prova a ripassarlo sul rettilineo di partenza, ma lo tampona, rompe l’ala anteriore e causa una nuova SC dopo essersi fermato in mezzo alla pista. Ottavo giro, rientra la SC e abbiamo uno degli episodi chiave: alla ripartenza Piastri attacca Daruvala, che per difendersi blocca e va lungo, tagliando curva 1 e prendendosi 5 secondi di penalità.

Tra il nono e il decimo giro ci sono delle schermaglie tra Viscaal e Lundgaard, con quest’ultimo che sorpassa tagliando un po’ curva 1: anche per lui 5 secondi di penalità. All’undicesimo giro si mette in mostra Shwartzman con un bel sorpasso su Ticktum che gli consente di guadagnare la quinta posizione e di mettere nel mirino Viscaal davanti a lui. Al diciassettesimo giro piastri, nonostante la penalità che aveva Daruvala decide di passarlo direttamente in pista e si prende la vetta della corsa, non felice però, spreme la sua Prema e tira fuori un 1:43.940 che gli assicura anche i 2 punti del giro veloce. Dopo ciò la gara essenzialmente finisce visto che Lawson va a sbattere a muro al giro 18, causando una SC che porterà tutto il gruppo al traguardo.

La classifica finale vede così Piastri tagliare per primo il traguardo, guadagnare 17 punti e portarsi a quota 200 in classifica generale. Secondo e terzo al traguardo sono Daruvala e Lundgaard, ma entrambi a causa della penalità e dell’arrivo dietro SC, scivolano fuori dalla zona punti, al loro posto sul podio Viscaal e Shwartzman, che sale così a 153 punti in campionato, staccando Zhou, ma finendo a -47 dal compagno in Prema. Quarta posizione per un buon Ticktum che nel finale passa l’esordiente Doohan, che comunque alla fine può essere molto soddisfatto per la sua quinta posizione. Chiudono la zona punti un bravissimo Pourchaire in sesta posizione, nonostante la diciannovesima posizione in griglia, Fittipaldi e Zhou, che strappa un punticino e sale a 143 in campionato.

Immagine in evidenza: ©Prema Twitter Page

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone

Autore

Andrea Perlasca
Studente di Filosofia appassionato di motori, specialmente delle 4 ruote e dell'eSport.

Lascia un commento! on "Piastri vince una spezzettata Gara 2 a Jeddah, davanti a Viscaal e Shwartzman"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*