Albon: “Contento per il miglior risultato in carriera” Verstappen: “Leclerc ha rischiato troppo”

13 Ottobre 2019 - 19:03
|
GP Giappone 2019

Da una parte Albon ha archiviato il miglior risultato in Formula 1, dall'altra Verstappen è finito fuori gara per un contatto al via con Leclerc. L'olandese avrebbe voluto ottenere un risultato migliore anche perché si correva in Giappone, con molti tifosi Honda sugli spalti




Gare diverse per i piloti Red Bull. Dopo essersi qualificati in terza fila con lo stesso tempo al millesimo, Verstappen ha praticamente finito la sua gara alla seconda curva nel discusso contatto con Leclerc, mentre Albon ha archiviato il miglior risultato della sua carriera con il quarto posto finale.

Proprio l’anglo-thailandese parla della sua gara, mostrandosi molto soddisfatto, soprattutto in virtù del fatto che il best carrier sia arrivato al debutto in un circuito esigente come quello giapponese: “Il quarto posto è il miglior risultato della mia carriera in F1 e questo fine settimana è stato sicuramente il migliore con il Team. Fin dalla FP1 mi sono sentito a mio agio con la macchina ed il bilanciamento, il che è importante per una pista come Suzuka dove hai bisogno di molta fiducia, soprattutto all’esordio. Volevo di più in gara e mi sentivo come se avessi potuto fare meglio alla partenza, ma avevo troppo scivolamento ed ho perso un paio di posizioni contro le McLaren. Sono riuscito a superarle, ma a quel punto avevo già perso molto tempo nel gruppo di testa”.

Albon ha parlato anche del coraggioso sorpasso nei confronti di Norris, che è stato notato dalla direzione gara senza però penalità: “Per quanto riguarda la mossa su Lando per il quinto posto, mi ha dato spazio ed ha lasciato la porta aperta ma era un po’ stretta. Siamo quindi riusciti a superare Carlos con una buona strategia facendogli l’undercut, ma da allora in poi eravamo nella terra di nessuno in quarta posizione. Si trattava solo di gestire le gomme fino alla fine, ma con il ritiro di Max è stato bello segnare alcuni punti per il Team e il quarto posto è stato il migliore che abbiamo potuto fare. Sto ancora trovando il mio passo, ma nel complesso sono contento del mio ritmo e dei progressi e abbiamo fatto un passo avanti questo fine settimana. In questo fine settimana probabilmente volevamo di più, specialmente per la Honda, eravamo vicini ma non avevamo proprio il ritmo. Ora faremo i nostri ‘compiti’ e speriamo di tornare più forti in Messico”.

Max Verstappen invece mastica amaro, visto che dopo l’incidente con Leclerc ha provato a recuperare terreno invano ed ha abbandonato la gara al 15° giro: “Ho avuto una buona partenza ed ero arrivato al terzo posto, il che era positivo. Sono rimasto all’esterno in curva 2, ma Charles ha portato l’auto sul lato della mia macchina. Immagino che Charles stesse cercando di recuperare posti dopo la partenza, ma è una lunga gara, quindi non era necessario rischiare così presto. Entrambi abbiamo perso, ma lui è riuscito a continuare una volta che ha sostituito la sua ala anteriore. Sono rientrato indietro, ma la mia auto è stata gravemente danneggiata e mi son dovuto ritirare al 15 ° giro. Da parte mia, non credo che avrei potuto fare qualcosa di diverso. È molto frustrante perché penso che abbiamo avuto buone probabilità di salire di nuovo sul podio, soprattutto dopo una partenza così buona, il che sarebbe stato fantastico per tutti i fan della Honda che ci supportano. Stiamo decisamente migliorando e il divario si sta colmando, ma c’è ancora molto lavoro da fare prima del Messico”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Aston Martin Red Bull Racing

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: