UFFICIALE – Confermate le gare al Mugello e a Sochi!

10 Luglio 2020 - 11:18
|

Per la prima volta la Formula 1 correrà sul circuito toscano. Le due gare si disputeranno il 13 e il 27 Settembre




Il calendario 2020 di Formula 1 continua a prendere forma con l’ufficialità di due nuove gare alle prime otto già annunciate, e una di queste fa gioire tutti gli appassionati italiani: la Formula 1 correrà al Mugello!

Dopo tantissime settimane di rumors, finalmente è arrivata l’ufficialità dell’approdo del circuito toscano nel calendario della stagione attuale, con il Mugello che per la prima volta nella sua storia ospiterà la Formula 1. La gara si disputerà nel weekend che va dall’11 al 13 Settembre si chiamerà Gran Premio della Toscana Ferrari 1000, con la Ferrari che avrà così la possibilità di festeggiare sul circuito di propria proprietà la 1000° gara della sua infinita storia in Formula 1. Nello stesso weekend scenderanno in pista regolarmente anche la Formula 2 e la Formula 3, anche loro al debutto assoluto sulla pista toscana che si aggiunge al loro calendario. Per la Formula 3 la tappa del Mugello sarà la gara conclusiva del campionato.

Oltre alla tappa in Toscana, è stato confermato anche il Gran Premio di Russia sul circuito di Sochi nel weekend che va dal 25 al 27 Settembre, mantenendo la data in cui si sarebbe disputata regolarmente la gara nel 2020.

Queste le parole di Chase Carey: “Siamo lieti di annunciare che Mugello e Sochi faranno parte del calendario 2020 e vogliamo ringraziare tutti i nostri partner per il loro supporto nelle ultime settimane. Abbiamo avuto un ottimo inizio della nostra stagione in Austria lo scorso fine settimana e siamo sempre più fiduciosi nei nostri piani di corsa per il resto del 2020. Il Grand Prix russo è un momento importante della nostra stagione e non vediamo l’ora di tornare a Sochi in Settembre. Siamo ugualmente entusiasti di vedere la gara di Formula 1 per la prima volta al Mugello, un’occasione che segnerà il 1000° Gran Premio per la Ferrari. Entrambe le gare saranno di grande aiuto per i fan con più annunci sulle prossime gare del nostro
calendario in arrivo nelle prossime settimane”
.

Questo, invece, il commento di Mattia Binotto, Managing Director e Team Principal Ferrari, sulla gara al Mugello: “Poter festeggiare un anniversario straordinario come quello dei mille Gran Premi della Scuderia Ferrari proprio a casa nostra al Mugello è un’opportunità incredibile. L’Autodromo del Mugello non è solamente uno dei tracciati più affascinanti e sfidanti per i piloti e le monoposto ma è anche un’impianto che ha fatto della sostenibilità una sua priorità, un impegno che lo ha portato a raggiungere liivelli di eccellenza in Italia e nel mondo. A rendere questa possibilità una realtà hanno contribuito diversi protagonisti, cui va il nostro ringraziamento. Innanzitutto Chase Carey, Chairman e CEO di Formula 1, che conosce e apprezza il valore che la nostra squadra rappresenta per questo sport, tanto da riconoscere l’anniversario nel nome ufficiale dell’evento. Poi ci sono due partner fondamentali per il raggiungimento di questo obiettivo. Innanzitutto il territorio che ci ospiterà, la Regione Toscana – una delle più belle del nostro Paese, ricca di tesori artistici e di paesaggi mozzafiato, e poi la città di Firenze, un gioiello unico al mondo per le sue bellezze architettoniche e i capolavori che vi si possono ammirare. Per me personalmente, il Mugello è legato ai ricordi di tante giornate di test passate insieme alla squadra per cercare di migliorare la monoposto, talvolta sognando di sfidare proprio lì i nostri avversari: pensare che oggi stiamo per vivere su quel tracciato un evento come un Gran Premio – perdipiù il millesimo della nostra storia in Formula 1 – è un’emozione bellissima e non vedo l’ora che quello che allora era un sogno si avveri il prossimo 13 settembre.”

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Scuderia Ferrari Media Centre

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: