Racing Point, Stroll: “Buono partire con le medie”; Hulkenberg: “Felice del risultato”

01 Agosto 2020 - 19:09
|
GP Gran Bretagna 2020

Lance riesce a piazzarsi sesto evitando le Soft alla partenza, Nico conclude la sua prima qualifica in F1 dopo 8 mesi in 13a posizione




Dopo quello che abbiamo visto al venerdì, il risultato della qualifica per la Racing Point sembra quasi essere anonimo. Sicuramente non è stato brillantissimo Lance Stroll, che nel Q3 non va oltre il 6° tempo con un 1:25.839. Di positivo per il canadese c’è il vantaggio strategico, visto che nel Q2 è riuscito (per un nulla) a qualificarsi con le gomme medie, evitando quindi le soft alla partenza. Grande curiosità anche per Nico Hulkenberg, alla sua prima qualifica in F1 dopo Abu Dhabi 2019. Il tedesco ex-Renault manca il Q3 ma non sfigura, chiudendo in 13a posizione con un 1:26.566. Non male per un rimpiazzo dell’ultimo minuto.

“Quello che c’è di positivo nel P6 è che la nostra strategia ha funzionato.”, spiega Stroll. “Domani avremo il vantaggio di partire con le gomme medie e questo ci dovrebbe aiutare nella lotta contro le auto attorno a noi. Siamo in una buona posizione per conquistare tanti punti, il che è il nostro obiettivo. Eravamo più veloci ieri nelle libere, oggi è stato difficile trovare il bilanciamento ottimale della vettura. Questo ci ha colpito sopratutto nel primo settore, dove abbiamo perso qualche decimo in qualifica. Le condizioni di temperatura e vento erano diversi, quindi dobbiamo capire cosa possiamo fare per essere più forti domani. Complessivamente sono felice della nostra posizione, domani è un altro giorno. E sono confidenti che arriveremo in forma per la nostra gara di casa”.

“Siamo andati vicini al Q3, e sono felice visto da dove ho iniziato questo weekend.”, afferma Hulkenberg. “E’ un impegno enorme stare fuori dopo 8 mesi e ritornare in Formula 1 in un ambiente tutto nuovo, e con una macchina mai provata prima. Specialmente in un circuito con un alto coefficiente di velocità e difficoltà come Silverstone con le condizioni variabili. Volevo dire che è stato un piccolo shock oggi, è stato difficile fare dei giri perfetti, sopratutto nel primo settore. E’ stata una sfida usare sia le Soft che le Medium in Q2 e tenere il ritmo, ma aveva quasi funzionato: segno che io e il nostro team stiamo lavorando bene insieme. Inoltre sto cominciando a capire la monoposto, l’obiettivo è quello di continuare ad imparare e ad adattarmi velocemente. Faremo i nostri compiti stanotte per puntare a segnare dei buoni punti domani”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © BWT Racing Point F1 Team Media

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: