Mercedes, Hamilton: “Giro pulito con Valtteri molto vicino”. Bottas: “Deludente mancare di poco la pole”

05 Settembre 2020 - 20:38
|
GP Italia 2020

Le parole dei piloti Mercedes che anche nel tempo della velocità di Monza, senza il cosiddetto "party mode", sono riuscite ad occupare l'intera prima fila. 69 millesimi separano Bottas dal poleman Hamilton




Un grande sabato per le Mercedes anche a Monza. Le Frecce “Nere” hanno dominato le qualifiche anche senza il famoso Party con la pole position record di Lewis Hamilton e il secondo posto di Valtteri Bottas, mentre i primi inseguitori (la McLaren di Sainz e la Racing Point di Perez) sono a otto decimi di distacco, il rivale per il mondiale Verstappen a nove decimi.

Per Lewis Hamilton il tassametro continua a correre: si tratta della 94° pole position in carriera, la sesta in stagione e la settima all’Autodromo di Monza. Con il tempo di 1:18.887 ha migliorato di 132 millesimi il record di Kimi Raikkonen risalente al 2018, riscrivendo il giro più veloce della storia della Formula 1, effettuato a 264.362 km/h di media.

L’inglese è entusiasta del lavoro suo e del team, conscio di aver dovuto dare il massimo per poter battere il compagno di squadra: “Non è stata la sessione più facile per quanto era vicino” ha dichiarato. “Quindi serviva davvero un giro pulito e l’ho ottenuto in entrambi i miei tentativi del Q3. Sono molto contento dei giri che ho fatto e Valtteri è stato molto, molto vicino, spingendomi al massimo. Ho fatto dei grossi cambiamenti durante le qualifiche, quindi ero un po’ nervoso prima della sessione, ma è andato tutto bene. Una prestazione fantastica da parte del team oggi, in particolare con il cambio delle regole del motore. Tanto di cappello a tutti quelli che sono alle fabbriche, hanno tenuto la testa bassa e questo risultato è la prova dell’incredibile lavoro che fanno. Sono orgoglioso di far parte di quella catena e non vedo l’ora di vedere cosa porterà il domani. Sarà una battaglia divertente.

Dal canto suo, Valtteri Bottas non può ritenersi del tutto soddisfatto: primo ad abbattere il muro dell’1:19 nel Q2, è distanziato dal compagno di squadra di soli 69 millesimi. Per questo la pole mancata di poco pesa nelle sue dichiarazioni post-qualifiche: “Ovviamente è deludente perdere la pole, soprattutto con un margine così piccolo. Il mio passo è stato abbastanza buono per tutto il fine settimana ed è stato molto vicino, come mi aspettavo. È stato complicato con la scia, poiché ho scelto di correre per primo questo fine settimana, quindi non ne avevo, tranne durante la Q2 dove ho fatto il miglior tempo. Ero da solo in Q3, hai aria pulita in curva ma ovviamente benefici della scia sui rettilinei ed è un equilibrio difficile da trovare”.

Il finnico guarda con fiducia a domani, conscio del setting trovato nella giornata di ieri: “Comunque i giri sono stati buoni e non vedo l’ora che arrivi domani. Il mio ritmo di gara venerdì era all’altezza di Lewis e questa pista offre sempre opportunità, quindi spetta a me coglierle. È ancora tutto da giocare.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © mercedesamgf1.com

Non ci sono commenti