In Austria pole ed errore di Bottas. Dominio Mercedes, Ferrari dove sei?

04 Luglio 2020 - 16:16
|
GP Austria 2020

Monopolio della Mercedes che rifila mezzo secondo a tutti. Ferrari pessima con il 7° e l'11° tempo di Leclerc e Vettel




Archiviata la prima qualifica della stagione 2020 di Formula 1 che vede la Mercedes conquistare per il settimo anno consecutivo la prima pole position dell’anno. A firmare il giro più veloce della sessione, nonché il nuovo record della pista di Spielberg è Valtteri Bottas. Il pilota finlandese ha stampato il tempo di 1:02.939 rifilando solo 12 millesimi al compagno di squadra Lewis Hamilton, che completa la prima fila. I due piloti della W11 sono gli unici ad aver abbattuto il muro dell’1:03. Certamente tanta delusione nel sei volte campione del mondo dato che l’errore del compagno di squadra nel secondo giro, non gli ha permesso di dare il massimo, dovendo rallentare per l’uscita di pista dell’altra Mercedes.

Seconda fila per Max Verstappen che non riesce a tamponare l’egemonia della Mercedes, prendendosi un gap di oltre mezzo secondo. Al suo fianco, domani, scatterà un incredibile Lando Norris che ha portato la sua McLaren in seconda fila con il quarto miglior tempo. Attardata la seconda delle Red Bull, con Alex Albon solo quinto a quattro decimi dal compagno di squadra. Sesto tempo, uguale a quello del thailandese, per Sergio Perez e una sorprendente Racing Point. Probabilmente anche il messicano non ha potuto migliorarsi a causa della bandiera gialla.

Solo settima la prima Ferrari, quella di Charles Leclerc che accusa un secondo di ritardo e circa nove decimi rispetto al tempo che lo aveva portato in pole position la passata stagione. Dietro di lui il suo futuro team-mate Carlos Sainz, penalizzato nel giro finale dall’errore di Bottas. Come lui anche Daniel Ricciardo che scatterà 10°. Tra i due la Racing Point di Stroll.

La vera delusione è sicuramente quella della Ferrari che, oltre al 7° tempo di Leclerc, deve far conto con l’11° di Sebastian Vettel, per la prima volta escluso dal Q3 da Hockenheim 2019. Un giro nervoso quello del tedesco che, nel caso avesse ottenuto un tempo migliore, avrebbe sicuramente escluso Leclerc, 10° a fine Q2.

Dietro al campione del mondo le due Alpha Tauri di Gasly e Kvyat, seguiti da Ocon e quindi Grosjean a chiudere i piloti qualificati nel Q2. Esclusi, invece, dopo la prima fase, l’altra Haas con Kevin Magnussen 16°, che partirà quindi vicino al suo compagno di squadra. Qualifica eccezionale per George Russell con il 17° tempo, il quale è riuscito a infilare alle sue spalle una deludente Alfa Romeo con Giovinazzi a precedere Raikkonen di appena mezzo millesimo. Latifi chiude la sua prima qualifica con l’ultimo tempo a oltre mezzo secondo dal pilota che lo precede.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Petronas Motorsport

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: