Hamilton vince il GP Gran Bretagna, ma che brivido! Terzo Leclerc

02 Agosto 2020 - 17:22
|
GP Gran Bretagna 2020

Finale thriller con tre forature (tra cui Bottas), ma c'è la settima vittoria a Silverstone per il britannico. Verstappen e Leclerc sul podio




Un finale da thriller per una gara che sembrava già scritta a Silverstone! Lewis Hamilton vince come da previsione il GP Gran Bretagna, con una gara che aveva dominato dall’inizio alla fine tenendo sempre Bottas a distanza di sicurezza. All’ultimo giro però arriva una foratura dell’anteriore sinistra che rischia di vanificare tutto il week-end, con Lewis che riesce a fatica a mantenere la prima posizione sotto la bandiera a scacchi.

Un problema quello delle gomme che ha coinvolto anche Valtteri Bottas e Carlos Sainz, che hanno forato prima dell’ultimo giro, rovinando completamente la loro gara. Ma rimane comunque intatta la prestazione dominante di Hamilton che vince per la settima volta a Silverstone e lo fa in una maniera quasi eroica con tre gomme al traguardo.

Al secondo posto c’è la Red Bull con Max Verstappen, ma questo risultato ha quasi un sapore amaro. L’olandese aveva fatto il massimo che poteva fino alla sosta ai box proprio dopo la foratura di Valtteri. Con questa si è preso il giro veloce, finendo però dietro a Lewis di pochi secondi. Probabilmente senza la sosta avrebbe potuto passare Lewis e vincere la gara, ma purtroppo non avremo mai la controprova. 

Ferrari sale sul podio con un ottimo Charles Leclerc. Il monegasco non è mai stato al passo di Mercedes e Red Bull, ma è riuscito a gestire bene le gomme e a tenere dietro le altre vetture per un terzo posto che sa quasi di vittoria per il team di Maranello. Difficilissima invece la gara di Sebastian Vettel, che chiude in decima posizione tenendo nel finale Bottas con orgoglio, anche se non basta a salvare un weekend complicato già dal venerdì.

Grande prova delle Renault con Daniel Ricciardo 4° ed Esteban Ocon 6°, in mezzo c’è Lando Norris in quinta posizione con la McLaren. Ottima settima posizione per Pierre Gasly con l’Alpha Tauri, a seguire Alexander Albon che tra incidenti (contatto al primo giro con Magnussen), soste e due Safety Car (uno per l’incidente con Kevin, l’altro per il brutto crash di Kvyat alle Maggots) riesce a rimontare fino all’ottavo posto. Nono invece un anonimo Lance Stroll con la Racing Point che è la grande delusione del week-end.

Va peggio a Nico Hulkenberg, che non riesce nemmeno a posizionarsi in griglia per un grave problema alla PU che lo mette fuori gioco prima della partenza. Bottas e Sainz chiudono 11° e 13° dopo le loro forature, mentre Antonio Giovinazzi è 14° con una penalità per aver infranto le regole della SC. Buona comunque la prestazione del pilota italiano che è stato l’unico ad aver provato a portare l’Alfa Romeo alla zona punti (Kimi Raikkonen chiude 17° ed ultimo dei classificati). Ritirati Hulkenberg, Magnussen e Kvyat.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes-AMG F1 / Twitter page

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: