Young Italia – Tutti i piloti italiani presenti nelle Feeder Series nel 2020

11 Marzo 2020 - 12:07
|

Andiamo a conoscere chi difenderà i colori italiani nelle categorie propedeutiche




E’ ormai noto che in Italia non stiamo passando un buon periodo per via di ciò che sta causando il Coronavirus, che ha portato addirittura ad espandere la zona rossa all’intero Paese, sospendendo di conseguenza tutte le manifestazioni sportive. In questo periodo bisogna solo aspettare l’evolversi di quest situazione, rispettare le norme imposte dal Governo con gli ultimi decreti, prendere ogni tipo di precauzione e fare sacrifici in attesa di un futuro migliore, con la speranza di un nuovo inizio.

Tornando all’aspetto sportivo, in ogni disciplina quando si parla di futuro ci si rivolge sempre al nuovo che avanza, cercando in continuazione i possibili nuovi campioni, le giovani promesse che possano imporsi in un domani riuscendo a raccogliere il testimone dei primi della classe al momento del loro arrivo.

E visto che nell’introduzione ho parlato della speranza per un futuro migliore in Italia, e che qui su Thelastcorner.it si parla di motorsport, chi sono le giovani promesse italiane nel motorsport? Ecco a voi una presentazione di tutti i piloti italiani che nel 2020 vedremo impegnati nelle Feeder Series, ovvero quelle categorie propedeutiche che aiutano la crescita di un pilota fino ai massimi livelli del motorsport a livello di monoposto. E chissà se qualcuno di loro si guadagnerà la copertina di un episodio del Young Driver of the Week

LUCA GHIOTTO (25 anni, Formula 2 – Hitech GP)

Il buon Luca è ormai un veterano della Formula 2, campionato che nel 2020 disputerà “part-time” per via dei suoi impegni nel campionato GT World Challenge Europe con l’Aston Martin del team R-Motorsport. Dopo un ottimo 2019, che lo ha visto chiudere il campionato di Formula 2 al terzo posto, Ghiotto ha deciso di sposare la causa della Hitech GP, che quest’anno fa il suo debutto in Formula 2 e nei test pre-stagionali in Bahrain si è già messa in evidenza, con Luca che nell’ultimo dei tre giorni di prove ha ottenuto il miglior tempo di tutti i test. Il fatto che salterà diversi round non lo mette tra i pretendenti al titolo, ma Ghiotto rimane uno dei migliori piloti del campionato, e quando sarà presente tra i 22 piloti in griglia sarà sempre un pilota da seguire.

© fiaformula2.com

FEDERICO MALVESTITI (19 anni, Formula 3 – Jenzer Motorsport)

Il 19enne nativo di Monza nel 2020 disputerà la sua prima stagione intera in Formula 3 con la Jenzer, dopo l’apparizione nel round di Silverstone della scorsa stagione in cui dopo essersi ritirato in Gara1 per un problema tecnico, ha chiuso Gara2 al 23° posto. Malvestiti viene da tre buone stagioni in Formula 4 italiana, sempre con la Jenzer, migliorando anno dopo anno fino ad arrivare al sesto posto ottenuto nel 2018, dove ha ottenuto una vittoria, 4 podi, due pole position e due giri veloci, totalizzando 173 punti e andando con regolarità in zona punti. Nel 2019 Malvestiti passa in Formula Renault Eurocup firmando con l’italiana Bhaitech, anche essa al debutto nella serie; Federico diventa protagonista della bagarre a metà classifica chiudendo il campionato al 14° posto con 36 punti, riuscendo però ad ottenere un podio chiudendo terzo la Gara2 di Spa-Francorshamps, nonostante sia rimasto coinvolto in un incidente all’ultimo giro con Alexander Smolyar: la bandiera rossa esposta ha sospeso la gara al giro precedente, quando Federico occupava la terza posizione, che gli vale il suo unico podio nella serie. Nei recenti test pre-stagionali in Bahrain Malvestiti non ha sfigurato occupando le posizioni di metà classifica e affacciandosi alla Top-10 nel primo dei tre giorni. Insieme a Nannini e Calan Williams forma uno schieramento di solo debuttanti sui quali la Jenzer fa tanto affidamento per continuare a crescere.

© fiaformula3.com

MATTEO NANNINI (16 anni, Formula 3 – Jenzer Motorsport)

Se siete degli appassionati di corse di lunga data il suo cognome non può passare inosservato, ed è proprio come starete pensando: il giovane Matteo è il nipote di Alessandro Nannini, ex pilota di Formula 1 dal 1986 al 1990 con una vittoria all’attivo nel famoso quanto polemico Gran Premio del Giappone 1989.

Nonostante la giovane età, Matteo ha già fatto vedere di essere un pilota molto valido, disputando un 2019 molto positivo. A inizio anno si è laureato Campione nella Formula 4 UAE, dominando la serie degli Emirati Arabi Uniti con 7 vittorie, 7 pole position e 7 giri veloci e 16 podi, restando giù dal podio in sole quattro occasioni per un totale di 363 punti. Dopo questa esperienza, Nannini ha partecipato al primo round della Formula 4 spagnola a Navarra ottenendo il giro veloce nella Gara2 chiusa al quarto posto; successivamente ha preso parte ad alcuni round della Formula Regional European Championship mettendosi in mostra con delle buone prestazioni e anche un giro veloce conquistato a Barcellona. Nannini ha chiuso la stagione partecipando al round conclusivo della Formula Renault Eurocup ad Abu Dhabi conquistando un ottimo quinto posto in Gara2, che però non gli sono valsi punti iridati visto che gareggiava come ospite. Ora lo aspetta un 2020 interessante in Formula 3 con Jenzer: con molta probabilità riuscirà ad emergere a stagione in corso, acquisendo sempre più esperienza con la vettura e con la speranza che possa togliersi diverse soddisfazioni.

© Formula 3 / Official Twitter Page

ALESSIO DELEDDA (25 anni, Formula 3 – Campos Racing)

Il pilota romano è stato riconfermato a sorpresa dalla Campos, per quella che sarà la sua seconda stagione in Formula 3 dopo un 2019 deludente, in cui è stato sempre a fondo classifica sia in Formula 3 che in Formula Renault Eurocup, campionato disputato nei weekend in cui non c’era la coincidenza con la Formula 3 con GRS e in cui non ha ottenuto risultati di rilievo. Durante l’inverno ha partecipato alla Formula 3 asiatica invernale, chiudendo il campionato in 15° posizione con 21 punti. Difficile sapere cosa aspettarsi da lui in questa stagione, ma mai dire mai.

© AlessioDeledda / Official Twitter Page

LORENZO COLOMBO (19 anni, Formula Renault Eurocup – Bhaitech)

Lorenzo Colombo è un altra promessa del nostro motorsport, il cui futuro è stato annunciato poche ore fa al termine della prima giornata di test pre-stagionali della Formula Renault Eurocup a Valencia. Il 19enne disputerà la terza stagione passando all’italiana Bhaitech, tornandovi dopo il campionato di Formula 4 italiana disputato nel 2017 chiuso al terzo posto con 223 punti, e dopo due buone annate disputate con la MP Motorsport, ottenendo ottimi risultati: nel 2019 Colombo ha ottenuto 3 vittorie (doppietta al Paul Ricard e nella Gara2 a Spa), 7 podi, 3 pole position e 2 giri veloci, chiudendo il campionato in quarta posizione con 214,5 punti, entrando anche nel discorso per il titolo a inizio stagione. Al suo terzo anno nella categoria è inevitabile puntare su di lui per il titolo, che sulla carta dovrebbe essere una questione tra lui Victor Martins e il pilota della Renault Sport Academy Caio Collet.

© BHAITECH RACING / Official Twitter Page

EMIDIO PESCE (17 anni, Formula Regional European Championship – DR Formula)

Per Emidio Pesce il 2020 sarà una stagione piena di novità visto il passaggio alla Formula Regional European Championship, campionato che dovrebbe partire (il condizionale è d’obbligo in questo periodo di rinvii) nel weekend dal 24 al 26 Aprile al Paul Ricard. Emidio correrà per il team portoghese DR Formula, dopo aver trascorso il 2019 tra le fila della Jenzer in Formula 4 italiana, non riuscendo però ad ottenere dei punti. Meglio è andata nei round disputati in Formula 4 Spagnola, con un punto conquistato nell’ultimo round di Barcellona. Ci auguriamo che in un nuovo contesto il pilota di Marino (che tra qualche giorno compierà 18 anni) possa dire la sua, riscattando un 2019 avaro di risultati.

ANDREA COLA (20 anni, Formula Regional European Championship – Monolite Racing)

Per la prima volta Andrea Cola disputerà un campionato che ha una visibilità internazionale rispetto alle categorie in cui ha preso parte in passato, dove però è riuscito ad ottenere molti risultati di prestigio. Il pilota romano viene da diversi anni trascorsi a livello di Formula 3, debuttando nel 2017 nella Formula 3 austriaca con Monolite Racing, chiudendo il campionato in quinta posizione, e successivamente partecipa alle ultime due gare del campionato di Formula 3 della Repubblica Ceca (sempre con il team italiano) riuscendo a vincere il campionato con 93 punti. Nel 2018 Cola e Monolite Racing confermano la partecipazione alla serie ceca vincendo ancora il campionato con 125,5 punti, e nella Formula 3 austriaca chiude al secondo posto con 160 punti, frutto di una vittoria e cinque podi. Nel 2019 Cola si laurea campione nella F2000 Italian Trophy continuando la collaborazione con Monolite Racing, team che nel 2020 ha deciso di accettare la sfida della Formula Regional European Championship, puntando sull’alfiere romano.

GABRIELE MINI’ (14 anni, Formula 4 italiana & ADAC Formula 4 tedesca – Prema Powerteam)

Gabriele Minì è probabilmente la promessa italiana più brillante nel panorama motoristico. Il 14enne siciliano (compirà 15 anni il 20 Marzo) si appresta a debuttare in monoposto con la Prema disputando i campionati di Formula 4 italiana e ADAC Formula 4 tedesca, i più competitivi a livello di Formula 4. Minì viene considerato un astro nascente dopo quanto di buono ha fatto vedere nel karting negli ultimi anni: nel 2016 e 2017 ha vinto il campionato italiano nella categoria 60 Mini, con il successo nel 2017 accompagnato anche dal trionfo nella WSK Super Master Series e il secondo posto nella WSK Champions Cup sempre nella categoria 60 Mini. Nel 2018 Minì vince il campionato WSK Super Masters Series nella categoria OKJ, chiudendo poi al secondo posto nella CIK-FIA European OK Junior Championship, nel SKUSA SuperNationals XXII – X30 Junior class, nel CIK-FIA Karting World Championship – Junior e nella WSK Final Cup nella categoria OKJ. Questi risultati gli sono valsi l’interessamento di Nicolas Todt, che lo ha ingaggiato e lo ha subito aiutato nel passaggio in monoposto; se riuscirà a confermare i risultati fatti nel karting, allora possiamo sperare nella crescita di un potenziale campione. Ma ovviamente, senza nessuna fretta.

© PREMA / Official Twitter Page

ERWIN ZANOTTI (19 anni, Formula 4 italiana – BWT Mucke Motorsport)

Erwin Zanotti, nativo di Calcinate, disputerà la sua seconda stagione in Formula 4 italiana sempre con la squadra tedesca di Mucke Motorsport. Zanotti ha vissuto un 2019 di apprendimento, dove non ha ottenuto punti iridati. Durante l’inverno ha preso parte al round di Yas Marina della Formula 4 UAE facendo anche bene conquistando 13 punti frutto di un ottavo, un sesto e un decimo posto, quest’ultimo risultato accompagnato dalla conquista del giro più veloce. L’augurio è che quest’anno possa migliorare le sue prestazioni, magari imparando qualcosa dal suo compagno di squadra Joshua Durksen, che con molta probabilità sarà tra i pretendenti al titolo.

© Erwin Zanotti / Official Twitter Page

BIAGIO RUVOLO (17 anni, Formula 4 Italiana – DRZ Benelli)

Il pilota messinese sarà alla prima esperienza in monoposto dopo aver firmato con il team italiano DRZ Benelli. Ruvolo viene da una lunga carriera nel karting correndovi dall’età di 5 anni: il suo miglior risultato è stato il 5° posto ottenuto nel Campionato Italiano nella categoria 60 Mini chiudendo davanti a Gabriele Minì con Dennis Hauger, Campione in carica della Formula 4 italiana, che in quell’anno vinse il campionato. Da lui ci si può attendere una stagione di apprendistato in cui inizia a prendere confidenza con le monoposto.

FRANCESCO SIMONAZZI (16 anni, Formula 4 Italiana – DRZ Benelli)

Il pilota emiliano, che ha da poco compiuto 16 anni, sarà al secondo anno in Formula 4 italiana passando al team DRZ Benelli, in cui si ritroverà in squadra con il nostro Ruvolo in una squadra completamente italiana. Nel 2019 Simonazzi era con Cram Motorsport e ha preso parte a cinque dei sette round in calendario conquistando quattro punti nel round di Imola, l’ultimo in cui ha preso parte, con l’ottavo posto in Gara1. Simonazzi è un bel prospetto, e magari quest’anno potrebbe puntare costantemente alla zona punti.

FRANCESCO PIZZI (15 anni, Formula 4 Italiana & Formula 4 tedesca- Van Amersfoort Racing; Campione Formula 4 UAE 2020)

Francesco Pizzi, 15enne pilota romano, ha già fatto parlare di se quest’anno durante la sua avventura nella Formula 4 degli Emirati Arabi Uniti con Xcel Motorsport, dove si è laureato Campione grazie a 8 vittorie, 10 podi, 3 pole position e 5 giri veloci con un totale di 227 punti, che gli hanno consentito di vincere il titolo battendo lo spagnolo Lorenzo Fluxa al termine di un duello serrato tra i due. Dopo questo grande successo Pizzi dovrebbe debuttare nella Formula 4 Italiana, anche se ancora non si sa con quale team si appresterà a correre. Nell’albo d’oro della serie degli Emirati Arabi Pizzi succede a Matteo Nannini, e la speranza è che entrambi possano aver usato questa serie come un trampolino di lancio verso una carriera ricca di successi.

ANDREA ROSSO (16 anni, Formula 4 Italiana – Cram Motorsport)

Andrea Rosso disputerà la sua seconda stagione in Formula 4 italiana, stavolta con i colori della Cram Motorsport che ha deciso di puntare su di lui come primo pilota. Rosso viene da un 2019 a due facce, con la breve esperienza nella Formula 4 italiana con Antonelli Motorsport che lo ha visto in azione per sole 12 gare con due soli punti conquistati a Vallelunga; ma a fine stagione Rosso ha vinto la prima edizione dei FIA Motorsport Games disputati proprio a Vallelunga, dove nella gara di Formula 4 ha avuto la meglio di piloti molto più competitivi ed esperti in Formula 4 come il tedesco Niklas Kruetten, il finlandese William Alatalo e l’australiano Luis Leeds. Anche per lui, la speranza è che possa crescere ottenendo qualche buon risultato durante la stagione.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: