Young Driver of the Week #18 – Yifei Ye

04 Novembre 2020 - 12:41
|




Benvenuti in questo nuovo appuntamento con il Young Driver of the Week, il nostro classico e immancabile appuntamento settimanale sulle categorie propedeutiche in cui i protagonisti sono le giovani promesse del motorsport che un domani potremo vedere ai livelli più alti.

In questo fine settimana c’è stata abbastanza attività in pista con diverse serie che si sono rese protagoniste. Tra queste c’è stata l’EuroFormula Open, che a Barcellona ha chiuso la sua stagione con un inedito format di quattro gare presenti nel weekend dopo l’annullamento del round finale di Jarama per via delle restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19. Ovviamente, a Barcellona si è assegnato il titolo 2020 finito nelle mani del dominatore assoluto della stagione Yifei Ye: è lui il nostro Young Driver of the Week!

Il pilota cinese ha vinto tutte le quattro gare in programma con il medesimo copione: dominando e mantenendo la testa della gara dal primo all’ultimo giro. Con la vittoria in Gara 2 ha ottenuto la matematica certezza del titolo, mentre in Gara 3 è riuscito a vincere nonostante una penalità di 5 secondi per aver spinto Sebastian Estner sulla ghiaia al via in curva 2: da lì Ye è riuscito a maturare un vantaggio di ben 6.2 secondi su Louis Foster (ottimo secondo al suo secondo round in EuroFormula Open), mantenendo così la vittoria.

A Barcellona ha deluso Lukas Dunner: dopo il secondo posto in Gara 1 davanti ad Niklas Krutten l’austriaco non è più riuscito ad impensierire il suo avversario per il titolo mancando il podio nelle restanti tre gare, che però non hanno messo in pericolo la sua seconda posizione in campionato.

Cosa si può dire sulla stagione di Yifei Ye? 11 vittorie, 12 pole position e 16 podi nelle 18 gare disputate per un totale di 369 punti; una stagione dominata in questo campionato che lo vede scrivere il suo nome nell’albo d’oro di questa competizione seguendo il campione uscente Marino Sato. Un ottimo modo per il pilota cinese di riscattare un 2019 deludente in Formula 3 che lo ha visto chiudere in 21° posizione con solamente 4 punti. Dopo una stagione del genere non ci si stupirebbe di rivedere l’ex pilota della Renault Sport Academy in Formula 3 nella prossima stagione: a 20 anni non tutto è perduto per lui!

© euroformulaopen.net

In questo weekend la Formula Renault Eurocup è stata grande protagonista ad Imola facendo da contorno al Gran Premio dell’Emilia Romagna di Formula 1! Al secondo appuntamento del campionato sul circuito del Santerno le vittorie sono state spartite tra i due contendenti al titolo. Caio Collet ha fatto sua Gara 1 dopo un’ottima partenza che lo ha visto prendere la testa della corsa per poi non mollarla fino alla bandiera a scacchi. Secondo posto per Alex Quinn davanti a Lorenzo Colombo, autore della pole position e di diversi errori in gara che gli hanno privato della possibilità di giocarsi la vittoria.

Il leader del Campionato Victor Martins ha riscattato il quinto posto di Gara 1 con un’ottima vittoria in Gara 2, decisa praticamente al primo giro: Martins parte dalla pole position e si difende dall’attacco di Caio Collet lungo tutto il primo giro, ma una volta arrivati alla Variante Alta David Vidales sbaglia la frenata, tampona Franco Colapinto e una volta perso il controllo carambola addosso a Collet costringendolo al ritiro! Un colpo di scena incredibile che regala a Martins la vittoria e la fuga in campionato. Alle spalle del francese hanno chiuso lo stesso Colapinto e Hadrien David, terzo e al suo primo podio in Formula Renault. Il campionato ora vede Martins condurre con 282 punti contro i 249 di Collet, autore di un ottimo weekend prima di venir eliminato da Vidales in Gara 2. Colapinto sale al terzo posto con 156.5 punti superando proprio Vidales, fermo a 143 punti dopo il doppio zero di questo round imolese.

Nel weekend ad Imola è stata annunciata la fusione tra la Formula Renault Eurocup con la Formula Regional European Championship in un nuovo campionato che si chiamerà Formula Regional European Championship by Alpine, dando vita ad una nuova serie che faccia da tramite tra Formula 4 e Formula 3.

Se la Formula Renault era impegnata ad Imola, la Formula Regional European Championship è stata in azione a Barcellona. Grande protagonista è stato Oliver Rasmussen, vincitore delle prime due gare in programma. In Gara 1 il danese ha vinto davanti ad Arthur Leclerc e Dennis Hauger, presente a Barcellona con la Van Amersfoort Racing; in Gara 2 Rasmussen si conferma resistendo per l’intera gara allo stesso Hauger e a Pierre-Louis Chovet, capace poi di ottenere la sua prima vittoria stagionale in Gara 3, capace di prendersi subito la testa della gara andando a vincere davanti ad Hauger e Gianluca Petecof, che con questo terzo posto rimane in testa al campionato davanti a Leclerc, quarto in Gara 3: il brasiliano comanda la classifica con 306 punti contro i 302 del monegasco, con Rasmussen che ha ridotto il suo distacco con i suoi 287 punti.

Passando alla Formula 4, la ADAC Formula 4 tedesca è stata protagonista al Lausitzring. Vladislav Lomko ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale in una Gara 1 disputata ai limiti della praticabilità, con un’abbondante pioggia che ha reso la pista molto difficile da praticare e dove l’errore era dietro l’angolo. Lo sa bene Joshua Duerksen, che ha andando lungo alla curva 6 è finito nel pantano presente fuori pista e ha buttato via la vittoria e il podio, chiudendo poi la gara in quarta posizione alle spalle di Victor Bernier ed Elias Seppanen.

Le condizioni meteo sono migliorate per le ultime due gare del weekend. Jak Crawford ha vinto Gara 2 davanti a Tim Tramnitz e Kirill Smal, dopo che Jonny Edgar ha cercato di attaccare Crawford per la prima posizione danneggiando così la sua ala anteriore: l’inglese riuscirà a terminare la gara in sesta posizione.

Gara 3 si è disputata sul bagnato e ha visto il successo di Victor Bernier su Tramnitz e Smal. In una gara piena di colpi di scena, Edgar ha chiuso solamente al quarto posto, aumentando però il suo vantaggio in campionato su Crawford, eliminato da Oliver Bearman dopo che l’inglese era stato coinvolto in un contatto con lo stesso Smal. Edgar rimane in testa al campionato con 264 punti contro i 241 di Crawford quando manca solo il round dell’Oschersleben da disputare in questa stagione.

Chiudiamo con la Formula 4 Spagnola, tornata in azione ad Aragon. Sul circuito dell’Alcaniz Mari Boya ha rilanciato ulteriormente le proprie chanches iridate vincendo le prime due gare del weekend: lo spagnolo ha vinto Gara 1 davanti a Kas Haverkort e Joshua Dufek, mentre in Gara 2 ha trionfato davanti agli olandesi Thomas Ten Brinke e lo stesso Haverkort. La Gara 3 è finita anzitempo per via di alcuni incidenti, costringendo la Direzione Gara a sventolare la bandiera rossa per poi non ripartire più: la vittoria dell’ultima gara è andata ad Haverkort su Quique Bordas (al suo primo podio nella serie) e Boya. A due round dal termine il campionato vede Haverkort condurre con 251 punti contro i 202 di Boya.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © EuroFormula Open / Official Twitter Page

Non ci sono commenti