Young Driver of the Week #16 – Patrik Pasma

21 Ottobre 2020 - 18:05
|




Benvenuti in questo nuovo appuntamento con il Young Driver of the Week, il nostro ormai classico appuntamento settimanale in cui andiamo in giro per il mondo narrando le gesta delle giovani stelle del futuro del motorsport nei campionati in cui gareggiano.

Nel weekend appena trascorso c’è stata molta attività in pista, con diversi campionati che sono stati protagonisti e dove le emozioni non sono per nulla mancate. Oggi regaliamo la copertina ad un pilota che spesso è stato nell’anonimato, ma che nell’ultimo round della Formula Regional European Championship disputato a Monza è emerso completamente come protagonista assoluto. Sto parlando di Patrik Pasma, ed è lui il nostro Young Driver of the Week!

Patrick Pasma a Monza ha vinto due delle tre gare in programma, e solo una penalità di 5 secondi rimediata in Gara 2 gli ha impedito di fare un’incredibile tripletta. Il pilota finlandese ha dominato Gara 1 partendo dalla pole position, conquistando la sua prima vittoria stagionale davanti a Gianluca Petecof e Arthur Leclerc, che non sono riusciti a impensierirlo.

In Gara 2 è successo di tutto: Petecof e Leclerc sono venuti a contatto all’ottavo giro, con entrambi che sono stati costretti ad un pit-stop per riparare le loro vetture; i due poi sono stati fortunati quando la Safety Car è entrata in pista per i ritiri di Nico Gohler e Jamie Chadwick, potendo così rientrare in gruppo. Davanti Pasma eredita la testa della corsa, ma un’infrazione durante la ripartenza lo condanna ad una penalità di 5 secondi che sconterà a fine gara, regalando così la vittoria ad Oliver Rasmussen, l’unico dei piloti Prema ad aver avuto una gara tranquilla e capace di resistere a Konsta Lappalainen per la vittoria. Pierre-Louis Chovet chiude il podio al terzo posto proprio davanti a Pasma, scivolato in quarta posizione dopo aver tagliato il traguardo davanti a tutti, mentre Petecof e Leclerc hanno chiuso rispettivamente in sesta e nona posizione.

Gara 3 ha visto Pasma tornare al top, portandosi in testa al primo giro superando Leclerc e rimanendo poi al comando da lì fino alla bandiera a scacchi, per la sua seconda vittoria del weekend. Alle sue spalle ha chiuso Gianluca Petecof, autore di un’ottima rimonta fino alla seconda posizione. Chiude il podio Lappalainen, anche lui al suo miglior weekend stagionale con il terzo posto dopo l’ottima seconda piazza di Gara 2. Il campionato ora Petecof nuovamente in testa con 273 punti contro i 262 di Leclerc, che non è riuscito a fare meglio del sesto posto in Gara 2, ma ancora in piena corsa per il titolo con il compagno di squadra alla Prema e alla Ferrari Driver Academy. Più staccati da loro due Rasmussen con 227 punti e lo stesso Pasma, quarto in campionato a quota 178.

Patrik Pasma, pilota finlandese di 20 anni, ha iniziato a correre in monoposto nel 2016, partecipando alla Formula Ford 1600 Championship dove ha chiuso il campionato in settima posizione con 168 punti. Nel 2017 passa alla Formula 4 britannica con la Carlin, chiudendo la stagione all’ottavo posto con 167.5 punti frutto di 4 podi. Nel 2018 rimane nel campionato britannico passando alla Arden migliorando le sue prestazioni e terminando la stagione al sesto posto con 315 punti, grazie a 2 vittorie e 11 podi. Nell’inverno del 2018/2019 Pasma partecipa alla MRF Challenge chiudendo in terza posizione con 186 punti alle spalle di Jamie Chadwick e Max Defourny, prima di disputare il campionato di Formula Renault Eurocup chiudendolo al 10° posto con 65 punti e un solo podio conquistato. Dopo una carriera per la maggior parte anonima, questo exploit a Monza lo porta per la prima volta sotto la luce dei riflettori, lanciandolo in grande spolvero per gli ultimi tre round della Formula Regional European Championship.

© Patrik Pasma / Official Twitter Page

Grande spettacolo nella EuroFormula Open, andata di scena a Spa-Francorshamps con tre gare al posto delle solite due. Yifei Ye fa sua Gara 1 dopo un’incredibile bagarre con Lukas Dunner durata per tutta la gara, con il pilota cinese che è riuscito a regolare il suo avversario. Terzo posto per Ido Cohen, che approfitta del patatrac tra Niklas Krutten e Zane Maloney, venuti a contatto alla Bus Stop all’ultimo giro!

Gara 2 è stata ricca di colpi di scena. Dunner e Ye dominano la prima parte di gara prima di un contatto tra loro al rettilineo del Kemmel a quattro giri dal termine, con Ye che finisce in testacoda e Dunner che rimedia una foratura alla gomma posteriore sinistra! Ne approfitta così Louis Foster, che all’esordio assoluto in EuroFormula Open vince Gara 2 dopo un’ottima prestazione! Sul podio insieme a lui sono saliti Cohen e Glenn Van Berlo, con Ye che è riuscito a ripartire e a chiudere solamente in 11° posizione.

In Gara 3 Dunner è tornato al top conquistando la vittoria davanti a Manuel Maldonado e Yifei Ye in un dominio della Motopark, capace di piazzare cinque vetture nei primi cinque posti della classifica. Dopo questo round il campionato vede Ye ancora in testa con 286 punti contro i 202 di Dunner, che rimane a distanza a soli due round dal termine.

Grande spettacolo ma anche qualche polemica di troppo nella Formula 4 Italiana, anch’essa di scena a Monza dove i nostri piloti si sono messi in gran luce. Le polemiche sono sormontate dopo la Gara 1, che aveva visto Gabriele Minì vincere in volata davanti a Francesco Pizzi, al termine di una bagarre stupenda con molteplici sorpassi tra i due: l’ultimo, però, si rivelerà fatale per Minì, che passando all’esterno della Parabolica ha infranto i limiti della pista, venendo così penalizzato di 5 secondi che lo retrocedono addirittura al 10° posto; Pizzi si aggiudica così la vittoria davanti ad Andrea Rosso e Filip Ugran.

Francesco Pizzi si è ripetuto in Gara 2 vincendo anche stavolta davanti a Minì, che non è riuscito a ripetersi nel duello con il suo connazionale. Sul podio insieme a loro è salito Gabriel Bortoleto, sopravvissuto ad un contatto con il suo compagno di squadra Sebastian Montoya a inizio gara.

In Gara 3 Pietro Delli Guanti si è preso tutta la scena, con il pilota della BVM Technorace al suo primo successo nella categoria. Delli Guanti ha approfittato dell’incidente alla prima curva a inizio gara tra Andrea Rosso e Gabriele Minì, con Rosso che ha tamponato il siciliano della Prema per colpa di un errore di valutazione. Delli Guanti è stato bravissimo a resistere a Pizzi prima e a Bortoleto poi, che partito 11° è riuscito a rimontare fino al secondo posto. Sul podio con loro due anche Leonardo Fornaroli, al suo primo podio stagionale.

In concomitanza con la Formula 4 italiana è andata in scena anche la ADAC Formula 4 tedesca al Red Bull Ring, dove i piloti del Red Bull Junior Team hanno spadroneggiato. Jonny Edgar si è aggiudicato Gara 1 e Gara 2, mettendo le mani sul titolo. In Gara 1 Edgar ha regolato Victor Bernier per la vittoria, con Jak Crawford che ha chiuso terzo. In Gara 2 Edgar ha avuto vita più facile, vincendo in scioltezza su Crawford e Joshua Duerksen, che durante tutto il weekend ha “litigato” con i track limits che gli sono costati un Drive Through sia in Gara 1 che in Gara 3.

Crawford è riuscito ad emergere in Gara 3, dove è riuscito a vincere dalla quarta fila per via dell’inversione della griglia rispetto ai risultati di Gara 2. L’americano ha trionfato davanti ad Elias Seppanen e allo stesso Bernier. A due round dal termine, il campionato vede Edgar al comando con 240 punti contro i 212 di Crawford, in una lotta al titolo che salvo scossoni è ristretta solamente a loro due.

Chiudiamo questo appuntamento con la Formula 4 francese, che ancora una volta è stato a tinte nipponiche. Anche a Spa-Francorshamps Ayumu Iwasa è stato il protagonista assoluto con le vittorie in Gara 1 e in Gara 3: nella prima gara ha avuto la meglio di Sami Meguetounif, autore di due pole position in Belgio, con Isack Hadjar in terza posizione. Iwasa si è ripetuto in Gara 3 ancora una volta davanti a Meguetounif, con Ren Sato solo terzo; a quest’ultimo va la consolazione della vittoria in Gara 2 proprio davanti a Iwasa, autore di una gran rimonta dopo l’inversione della griglia. Terzo posto in Gara 2 per Meguetounif, che come Iwasa ha conquistato il podio in tutte le tre gare del weekend. Il campionato vede ora Iwasa scappare in testa con 278 punti contro i 221 di Sato, anche qui a due round dalla conclusione del campionato.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Patrik Pasma / Official Twitter Page

Non ci sono commenti