Sguardo al Passato | F2, Bahrain 2017 – La super rimonta di Leclerc nella Sprint Race

16 Aprile 2020 - 10:46
|

Il 16 Aprile 2017 Charles Leclerc conquistò la sua prima vittoria in Formula 2 dopo una rimonta storica




Il 2017 segna l’inizio di una nuova era della Formula 2 che da quell’anno ha dato il nome alla GP2 Series, campionato che si è chiamato così sin dalla sua nascita nel 2005; il tutto per la volontà della FIA di creare una gerarchia nella scala delle Feeder Series per arrivare alla Formula 1: nasce così il FIA Formula 2 Championship.

Come ogni anno, la entry list dei partecipanti al campionato vede numerosi cambi di squadra e nuovi piloti pronti al debutto. C’è grande attesa verso la Prema, squadra italiana che nel 2016 aveva debuttato in GP2 dominando subito la stagione con una lotta interna nel team tra Pierre Gasly e Antonio Giovinazzi per il titolo vinta dal francese del Red Bull Junior Team. Per il 2017 la Prema decide di pescare dalla GP3 Series e dalla Ferrari Driver Academy ingaggiando tra le proprie fila il monegasco Charles Leclerc, campione uscente della GP3 Series e di cui se ne parla un gran bene, e l’italiano Antonio Fuoco.

Leclerc è tra i favoriti per la vittoria per il titolo e mette subito in mostra il suo valore al primo round stagionale in Bahrain, conquistando la pole position nelle qualifiche ottenendo la sua migliore prestazione quando la pista era completamente vuota, prendendo in contropiede tutti gli altri ed evitando il traffico verificatosi nei minuti finali, che ha visto anche un incidente tra Nabil Jeffri e Gustav Malja, con quest’ultimo colpevole del contatto. Nel suo giro con pista libera Leclerc totalizza un clamoroso 1:38.907, a soli 42 millesimi dal record della pista di Jolyon Palmer del 2014, capace di rifilare ben sei decimi di distacco a Fuoco, secondo ma poi penalizzato di 5 posizioni per aver ostacolato Artem Markelov in qualifica, e sette decimi a Nyck De Vries (anche lui al debutto in Formula 2 con la Rapax) e Norman Nato. Una prestazione incredibile da parte del rookie monegasco che conquista così i primi 4 punti stagionali.

La Feature Race del sabato vede Leclerc partire bene, ma sul finale Charles paga l’inesperienza nella gestione delle gomme più dure, con Norman Nato e Artem Markelov che lo superano nel raggio di pochi giri; Leclerc chiude terzo la sua prima gara in Formula 2 alle spalle di Markelov e Nato, che hanno fatto valere la loro esperienza sul come comportarsi con queste gomme Pirelli a discapito del Rookie monegasco. Ma il bello deve ancora venire.

La mattina del 16 Aprile 2017 va in scena la Sprint Race, che per via dell’inversione di griglia dopo i risultati della Feature Race vede Leclerc scattare dalla sesta posizione. Charles ha un ottimo spunto e dopo il primo giro è subito terzo, mentre alle sue spalle Nato è costretto al ritiro dopo esser stato buttato fuori da un altro pilota. Dopo l’intervento della Safety Car per rimuovere la Arden del francese, al quarto giro Leclerc sale in seconda posizione dopo un bellissimo sorpasso all’esterno su Alexander Albon, e all’inizio del nono giro supera Luca Ghiotto sul rettilineo principale diventando il nuovo leader della gara. Ma in Bahrain il degrado delle gomme è significativo e in casa Prema si chiedono se sia il caso di passare al piano B: fare un pit-stop durante la Sprint Race passando dalle gomme dure alle gomme morbide, trovando il consenso di Leclerc via radio. Nel frattempo il monegasco da tutto aumentando il vantaggio su Ghiotto prima del pit-stop che arriva puntuale alla fine del 14° dei 23 giri in programma: Leclerc entra ai box con oltre 9 secondi di vantaggio su Oliver Rowland (nel frattempo passato secondo) e passa dalle gomme dure alle gomme morbide; ad otto giri dal termine Leclerc torna in pista in 14° posizione. “Andiamo, per me è impossibile la strategia! 8 giri al termine, come è possibile recuperare così tanto distacco dal leader?” dice Davide Valsecchi commentando la gara in diretta per Sky UK. Il dubbio è lecito, ma con Leclerc mai dire mai.

Infatti Charles inizia a volare. Dopo due giri fa segnare tempi di ben 4 secondi più veloci della coppia di testa Rowland-Ghiotto e inizia la sua rimonta: al 17° giro supera con facilità Louis Deletraz, Sergio Canamasas e Stefano Coletti nel raggio di cinque curve e alla fine del giro è già nono. All’inizio del 19° giro si libera di Johnny Cecotto alla prima curva e nella doppia curva che precede la seconda zona DRS della pista supera Alexander Albon per la settima posizione. Inizia il 20° giro e Leclerc supera Nyck De Vries alla prima curva, ripetendo la manovra compiuta il giro precedente ai danni dell’altro pilota della Rapax Cecotto, portandosi in sesta posizione; dopo qualche curva supera facilmente anche Antonio Fuoco per la quinta posizione, il tutto guadagnando sempre dai due secondi in su al leader della gara Rowland! Inizia il 21° giro e Leclerc continua la sua furiosa rimonta superando Nicholas Latifi alla prima curva e alla salita della curva 3 passa anche Jordan King: Charles è terzo a meno di due giri dal termine!

Sembra finita, ma Leclerc continua a recuperare terreno sui primi due che sono alle prese con gli ultimi attimi di vita delle loro gomme dure. Al 22° e penultimo giro Ghiotto attacca e supera Rowland alla prima curva portandosi in testa alla gara. “Se battagliano tra loro hanno perso!” commenta Valsecchi, entusiasmato dalla rimonta di Leclerc e resosi conto che il cambio gomme sta pagando. E il buon Davide ha ragione: Rowland cerca la risposta su Ghiotto alla frenata di curva 3 ma il pilota italiano resiste e rimane in testa, il tutto mentre Leclerc si avvicina a vista d’occhio dopo aver guadagnato altri due secondi nel giro precedente. Nel secondo settore Leclerc è nettamente più veloce dei primi due, riuscendo a sfruttare al meglio le migliori condizioni delle sue gomme e nel rettilineo opposto a quello dei box è incollato alla vettura di Rowland. Il sorpasso sull’inglese è maturo e arriva puntuale sul rettilineo d’arrivo, all’inizio dell’ultimo giro. Ghiotto cerca di resistere ma alla curva 3 va lungo, e il suo bloccaggio spalanca la porta a Leclerc che ringrazia e torna in testa alla gara, andando poi a vincere la sua prima gara in Formula 2 dopo una prestazione incredibile, con una rimonta dopo un pit-stop che in una Sprint Race era impensabile. Ma Leclerc ha reso possibile l’impossibile.

Che Leclerc fosse un astro nascente del motorsport lo si sapeva anche prima di questa gara, ma questa vittoria è stata il trampolino di lancio per quella che sarà una stagione dominata: il 2017 di Leclerc in Formula 2 recita 7 vittorie, 8 pole position, 4 giri veloci e 10 podi, che gli consentono di vincere il campionato con un totale di 282 punti, celebrando il successo con un round d’anticipo dopo la vittoria nella Feature Race di Jerez, prima del passaggio in Formula 1 nel 2018 con l’Alfa Romeo Sauber iniziando la carriera che conosciamo tutti fin troppo bene.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © FIA Formula 2 / Official Twitter Page

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: