Dakar 2020 – Day 8, Auto: Serradori domina, Alonso chiude al secondo posto

13 Gennaio 2020 - 10:53
|
Wadi ad-Dawasir > Wadi ad-Dawasir

Prova superba del francese di Century negando per soli quattro minuti la prima vittoria alla Dakar a Fernando Alonso, che chiude secondo




Questa mattina la Dakar ha affrontato la seconda tappa circolare di questa edizione. Dopo quella di Neom di sei giorni fa, quest’oggi i partecipanti rimasti in gara hanno perso 474 km di speciale partendo e arrivando a Wadi Al-Dawasir. Una tappa piena di dune che ha messo in difficoltà i leader della classifica generale, facendo però risaltare chi fino ad ora era rimasto ancora in ombra.

Tra questi c’è certamente il vincitore di giornata, Mathieu Serradori. Il francese al volante del buggy Century ha ottenuto il suo primo successo di tappa, alla quinta partecipazione alla Dakar. Al suo secondo anno in auto, dopo tre edizioni in sella alla moto, ha conquistato lo stage di oggi fermando il cronometro sul tempo di 3 ore, 48 minuti e 23 secondi. Una prova eccellente condotta per due terzi della sua durata.

Al secondo posto Fernando Alonso che conquista così il suo primo podio di tappa alla Dakar. Il risultato è arrivato soprattutto negli ultimi tre waypoint, quando ha messo una marcia in più scavalcando diversi piloti e portandosi a 4m04 dal vincitore.

Essendo giunto prima di tutti, ha assaporato il gusto della vittoria per circa una ventina di minuti, salvo poi accontentarsi della piazza d’onore. Resta la soddisfazione di aver concluso al secondo posto e di essere anche il primo dei piloti Toyota al traguardo.

Terzo tempo per Orlando Terranova che ritrova la top-3 dopo il secondo posto del secondo giorno, che lo aveva proiettato in testa alla classifica generale. Questo risultato permette all’argentino di rosicchiare un po’ di tempo a chi lo precede per la lotta al quarto posto. Il sudamericano è giunto al traguardo con 6m19 di gap dal vincitore.

A dieci secondi di ritardo c’è la seconda Toyota, quella di Giniel de Villiers, che ha preceduto di circa 50 secondi il pilota di casa Yazeed Al Rajhi, il quale chiude la top 5. Sesto tempo per Jakub Przygonski con nove minuti e mezzo di ritardo dal battistrada.

La coppia olandese della Toyota, formata da Bernhard Ten Brinke e Erik van Loon, vede i due piloti chiudere rispettivamente con il settimo e l’ottavo tempo.

Bisogna scendere fino alla nona piazza per trovare il primo dei tre contendenti al successo finale. Con un ritardo di 13m11s c’è Stéphane Peterhansel. Il francese ha commentato questa tappa sottolineandone la difficoltà legata alle dune molto soffici e alla mancanza delle moto a spianare la strada.

Nonostante tutto il 13 volte vincitore della Dakar ha preceduto Nasser Al-Attiyah (11°) e Carlos Sainz (12°), sui quali ha guadagnato rispettivamente 2m44s e 6m04s.

Risultati dell’ottava tappa

Classifica generale dopo le prime otto tappe

Questo stage circolare ha messo in difficoltà Sainz che ha visto diminuire, di circa un terzo del tempo, il suo vantaggio sia su Al-Attiyah, sia su Peterhansel.

Lo spagnolo resta comunque davanti a tutti con un gap di oltre 6 minuti sul qatariota e di più di 13 sul francese.

Diminuisce anche il divario che separa Al Rajhi da Terranova. La sfida per il quarto posto vede ora i due piloti separati da poco più di 10 minuti.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Toyota Gazoo Racing ARG - Twitter

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: