Yamaha | Viñales: “È stato incredibile” Rossi: “Peccato non essere salito sul podio”

03 Novembre 2019 - 15:26
|
GP Malesia 2019

Ottima gara per i due piloti Yamaha: lo spagnolo Viñales vince la sua seconda gara stagionale, mentre Valentino Rossi chiude ai piedi del podio, 4°.




Seconda vittoria stagionale per la Yamaha e per Maverick Viñales a Sepang, nel GP di Malesia. Lo spagnolo bissa il successo ottenuto in Olanda, ad Assen, davanti a Marc Marquez ed Andrea Dovizioso. Conclude in quarta posizione un ottimo Valentino Rossi, tornato competitivo dopo alcune gare nelle quali ha combattuto per le posizioni di rincalzo. I due piloti Yamaha Monster sono stati competitivi sia il venerdì che il sabato, ritenendosi soddisfatti nei due giorni precedenti alla gara. Il vincitore del Gran Premio dichiara:

“È stata una gara incredibile– ha esordito il #12- abbiamo lavorato bene tutto il weekend, ho realizzato di avere un gran potenziale dopo il primo giro. Ho preso la testa della gara dopo poche battute, e da lì in poi ho spinto più che potevo. Sono così felice. È stato un peccato non aver vinto in Australia, perché ero molto veloce, ma vincere qui è bellissimo.”

Il pilota spagnolo dedica la vittoria ad una persona speciale: “Vorrei dedicare la vittoria a Munandar, il ragazzo morto nella gara di ieri, era il mio pilota preferito nella Asia Talent Cup. Vorrei fare le condoglianze alla sua famiglia.”

Rossi si ritiene soddisfatto della sua prestazione, soprattutto del giro veloce in gara:

“Sono partito bene, ma nel primo rettilineo mi hanno sorpassato tanti piloti, dopo lo start ero competitivo. Ho fatto molti sorpassi, e sono molto contento per il giro veloce, nuovo record della pista in gara. Ho fatto una gran battaglia con Dovizioso, è stato molto divertente.”

Il Dottore spiega perché non sia riuscito a superare il pilota Ducati: “Dovi era molto veloce nei rettilinei, io recuperavo nella parte guidata della pista. Speravo di essere più veloce negli ultimi giri, ma per recuperare nel misto consumavo di più la gomma. Quindi alla fine non ero veloce come ad inizio gara, nonostante ciò il degrado era minore rispetto alle altre gare. Alla fine posso ritenermi soddisfatto, ho guidato bene tutto il weekend ed ho imparato delle cose nuove. Stiamo migliorando, stiamo sfruttando tutto il potenziale della M1. Alla fine ho tenuto alla bada Alex Rins, ma mi dispiace non essere salito sul podio, sarei stato ancora più felice.”

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©motogp.com

Non ci sono commenti