Yamaha Petronas, Morbidelli: “Mi sento bene con la moto”; Quartararo: “Non capiamo il consumo delle gomme”

21 Agosto 2020 - 19:23
|
GP Stiria 2020

Nona e quattordicesima posizione per Franco e Fabio dopo le due sessioni di libere odierne al Red Bull Ring




Oggi è cominciato il secondo week-end di gare della MotoGP al Red Bull Ring, e forse quella di oggi è stata già una giornata importante. Se le due sessioni di libere del venerdì sono state caratterizzate dal gran caldo, per domani sono previsti rovesci sul circuito austriaco. Per questo oggi c’è stato gran lavoro anche da parte del team Yamaha Petronas per preparare i suoi piloti al meglio per il GP Stiria.

Franco Morbidelli torna in sella dopo il brutto incidente di domenica scorsa e si mette momentaneamente nono con 1:24.127. Giornata difficile invece per Fabio Quartararo, che non riesce a risolvere i suoi problemi che lo hanno afflitto già nella gara scorsa. Il rider francese occupa attualmente la 14a posizione in classifica combinata, con un crono di 1:24.381 segnato nella FP1.

“E’ stato bello tornare in sella alla moto quest’oggi.”, commenta Morbidelli. “Nei primi giri stavo capendo come stavo fisicamente, poi sono rimasto piacevolmente sorpreso dal mio feeling. Mi sentivo bene con la moto e non ho avuto nessun problema serio. Di certo aiuta che questo circuito non sia uno dei più impegnativi del calendario. Complessivamente è stata una buona giornata, anche se possiamo migliorare sul passo gara. Abbiamo lavorato con la gomma media, consapevoli che ci potrebbe essere meno grip rispetto allo scorso week-end, sarà molto importante la capacità di adattarci a queste condizioni. Abbiamo collezionato tanti dati e sono sicuro che saremo in grado di usarli per migliorarci ancora domani”.

“Oggi abbiamo molto faticato con freni e gomme”, afferma Quartararo. “Sui freni abbiamo trovato una soluzione in FP2, ma ancora non sappiamo perchè gli pneumatici si consumino così in fretta. Dobbiamo analizzare profondamente i dati per lavorare sotto quest’aspetto. Abbiamo lavorato anche sul passo gara in FP2, ma non siamo dove vogliamo essere. Non sono contento della giornata di oggi, ma abbiamo ancora FP3 e FP4 per provare a migliorarci. Al momento non siamo in Q2, quindi domani dovremo fare un time attack, ma confido che riusciremo a farlo. Sul giro secco andiamo bene, ma dobbiamo migliorare sul passo gara”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: