MotoGP | lo squalo bianco Marquez vince anche in Australia

27 Ottobre 2019 - 6:04
|
GP Australia 2019

Ennesima prova di forza del #93, che vince davanti al compagno di marca Crutchlow e Jack Miller. 7° e 8° sono Dovizioso e Rossi.




Dopo la vittoria di Lorenzo Dalla Porta in Moto3 e di Brad Binder in Moto2 è il momento della MotoGP. La partenza è stata molto strana, il poleman Maverick Viñales con una sua solita partenza orrenda, Iannone su Aprilia in terza posizione e Valentino Rossi in prima posizione dopo essersi preso dei gran rischi in curva 1. Nonostante la brutta partenza è evidente che il #12 sia il pilota più veloce in pista, seguito a ruota da Marc Marquez. I due spagnoli in pochissimi giri scappano dagli inseguitori. Nel mondo degli altri si consuma una battaglia straordinaria, stile Moto3. I protagonisti di questa lotta maschia sono Rossi, Dovizioso, le due Ducati Pramac, le due Suzuki e le due Aprilia.

Ma nemmeno il più forte dei Viñales riesce a fermare la striscia di vittorie di Marc Marquez. Dopo essere passato in testa all’inizio dell’ultimo giro, il #12 cade al tornantino dopo lo scollinamento, ritirandosi. Seconda posizione quindi per Cal Crutchlow, completando così una doppietta Honda. Grandino più basso del podio per Jack Miller: il pilota di casa doma il gruppo degli inseguitori. Quarta posizione e miglior risultato in MotoGP per Pecco Bagnaia, 4°. Quinta posizione per Joan Mir in sella alla Suzuki, davanti ad un superlativo Andrea Iannone, che chiude davanti al suo ex compagno di squadra in Ducati Dovizioso. Ottavo Rossi, probabilmente alle prese con un degrado della gomma, davanti a Alex Rins ed Aleix Espargaro chiude la top 10.

Per quanto riguarda gli inseguitori, abbiamo Franco Morbidelli 11°, davanti a Pol Espargaro, ancora acciaccato dalla botta presa ad Aragon. 13° Johann Zarco in sella alla Honda di Nakagami, davanti a Karel Abraham. Chiude la zona punti Syarin, su KTM.

Ormai Marquez fa veramente paura: in questo weekend Viñales andava davvero forte in ogni condizione e sembrava imbattibile o quasi. L’ex pilota Suzuki è stato beffato dallo scarso motore della Yamaha, Honda ha un motore davvero competitivo, che compensa i primi tre settori più lenti rispetto al #12. Ormai comincio davvero a pensare che su questa Honda il Cabroncito sia davvero imbattibile: ovviamente spero di sbagliarmi, sono curioso di vedere se le Ducati riusciranno ad arginare Marquez in Malesia, a Sepang.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©motogp.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: