Honda, la splendida qualifica di Bradl: “Fantastico entrare direttamente in Q2”

21 Novembre 2020 - 19:18
|
GP Portogallo 2020

Le parole del pilota tedesco dopo le qualifiche del Gran Premio del Portogallo, al suo miglior risultato stagionale in prova




Le qualifiche del Gran Premio del Portogallo di MotoGP hanno consegnato alla cronaca un protagonista inatteso: Stefan Bradl, collaudatore della Honda che in questo 2020 è stato catapultato al posto di Marc Marquez dopo il suo infortunio e che oggi ha chiuso le qualifiche al sesto posto.

Bradl ha iniziato la giornata alla grande, qualificandosi direttamente per la Q2 dopo aver chiuso la FP3 al decimo posto della classifica combinata. In qualifica il pilota tedesco ha ottenuto il sesto tempo con il miglior tempo di 1:39.204, a tre decimi dalla pole position di Miguel Oliveira e che gli consente di essere la seconda migliore Honda in classifica, alle spalle di Cal Crutchlow che inizierà la sua ultima gara in MotoGP in quarta posizione.

Bradl ha commentato così la sua giornata: “Entrare direttamente in Q2 è stato fantastico, ci siamo andati vicini un paio di volte quest’anno ed è stato un buon risultato entrare nella top ten. Una volta entrati in qualifica, ho potuto essere rilassato perché avevamo già raggiunto qualcosa di importante, quindi siamo stati davvero in grado di spingere. Sono molto contento del mio giro e di tutto il lavoro svolto dal Repsol Honda Team. Anche il nostro ritmo di gara sembra abbastanza buono, cerchiamo di fare una buona ultima gara e vediamo cosa succede. Finora abbiamo messo insieme un ottimo weekend, un buon modo per concludere l’anno”.

Dall’altra parte del box, Alex Marquez non è riuscito a fare meglio della 16° posizione. Il rookie spagnolo ha ottenuto un 1:40.049 come miglior prestazione personale, non riuscendo a passare il taglio del Q1 e accontentandosi così della sesta fila per la gara di domani.

Marquez ha commentato così la sua giornata: “È stata una qualifica difficile, ho provato a prendere un po’ di scia per migliorare ma non sono riuscito a farlo. Nell’ultimo giro ci ho davvero provato, ma ho trovato un po’ di traffico, a volte va così. Le prove libere 4 sono andate bene per noi e abbiamo trovato una direzione da seguire per le gomme per la gara, ma dobbiamo lavorare un po’ nel Warm Up per esserne sicuri. L’obiettivo è godersi la gara e recuperare il maggior numero di posizioni possibile“.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.hondaracingcorporation.com

Non ci sono commenti