Intervista esclusiva a Riccardo Rossi: “Quest’anno mi è mancata l’esperienza”

24 Novembre 2019 - 15:27
|

Oggi inauguriamo "A Ruota Libera", una serie tutta nuova che tratta dei temi del Motomondiale. Chi meglio di Riccardo Rossi può inaugurare questa serie?




Amici di thelastcorner, con questo articolo ho l’onore di inaugurare questo nuovo progetto. Oggi nasce “A Ruota Libera”, una serie di articoli nei quali sentiremo i giovani talenti de motociclismo italiano (si spera anche internazionale). Ma non solo, parlerò anche di tutti i temi caldi che riguardano il circus del Motomondiale. Per inaugurare questo progetto, oggi ho tutto il piacere di presentarvi Riccardo Rossi. Quest’anno il classe 2002 di Genova ha corso nel Mondiale Moto3 con il team Gresini, campione del Mondo uscente con Jorge Martin nel 2018. Rossi ha totalizzato 8 punti in questa stagione, con un 13° posto come miglior risultato in Thailandia. Riccardo si è prestato per una breve intervista, ecco che cosa ci racconta.

Innanzitutto, raccontaci un po’ chi è Riccardo Rossi, il pilota sul quale Fausto Gresini ha investito.

“Sono un ragazzo di 17 anni e provengo da Genova. Solitamente sono sorridente, solare e determinato. Non mollo mai, vivo di sfide, qualsiasi cosa che faccio è una sfida da vincere”

Cos’hai provato quando ti è stato annunciato che avresti corso nel Motomondiale?

“Ero davvero senza parole, contentissimo ed emozionatissimo, non sapevo proprio che dire”

Che voto daresti alla tua stagione da 1 a 10?

“Dipende, darei un 5 ad il mio inizio di stagione, pero’ darei 7.5 al mio finale di stagione. Sicuramente potevo fare molto meglio, ma è anche vero che ad inizio anno, mentre a fine stagione lottavo ogni gara per la zona punti”

Nella prima parte ti è mancato qualcosa rispetto alla seconda, che cosa?

“Senza dubbio l’esperienza”

Col senno di poi, pensi sia stato prematuro andare nel Motomondiale?

“Probabilmente si, ma sono occasioni che non capitano ogni giorno. Ad ogni modo, nonostante sia stato prematuro, a fine anno ho cominciato a raccogliere qualcosa”

Pensi di valere di più degli 8 punti conquistati quest’anno?

“Senza dubbio. In tante gare potevo fare di più, ma sono stato buttato fuori oppure ho commesso qualche errore”

Qual’è stata la tua miglior gara della stagione?

“Una tra Thailandia e Valencia. In entrambe le occasioni sono stato nella top 10 per tutto il weekend. In Thailandia sono arrivato 13° partendo dalla ultima posizione”

Se ci fosse un consiglio da dare al Riccardo Rossi in Qatar, quale sarebbe?

“Ascolta di più, concentrati di più, e soprattutto credi di più in te stesso”

Che cosa è cambiato nella seconda parte della stagione?

“La mia testa, il modo di approcciare le gare, e come detto, l’esperienza”

Anche il tuo compagno Rodrigo non ha fatto una grande stagione, pensi sia dovuto anche ad un limite della moto?

“No, quest’anno sia io che Gabri (Rodrigo, ndr) siamo stati parecchio sfortunati”

Quali sono i piani per la prossima stagione? Resterai nel Motomondiale?

“Non lo so ancora, spero di sì, anche perché l’anno prossimo sarebbe tutta un’altra storia rispetto a quest’anno. Ad ogni modo, qualsiasi cosa mi aspetti darò il massimo, come sempre”

Che cosa ti ha insegnato questa prima esperienza nel mondiale?

“Mi ha insegnato che il mondo ha due facce, mi ha insegnato che anche se ti sembra di dare il massimo, sei solo a metà delle tue possibilità”

Come si allena un pilota del Motomondiale?

Ci si allena con un po’ di tutto, dalla palestra, alla corsa o alla bici. Poi si fa anche un lavoro mentale con gli psicologi”

Parliamo di attualità, che cosa ne pensi di Zarco? Che cosa avresti fatto al suo posto?

“Penso che Zarco sia un pilota da top 10 in MotoGP, è un gran talento. Io al suo posto firmerei subito con Avintia, anche se non è un top team gli farebbe bene lo stesso”

Alcoba ti sostituirà l’anno prossimo nel team Gresini, che ne pensi di lui?

“Penso che sia un ragazzo molto veloce, ma penso anche che all’inizio farà parecchia fatica, proprio come me”

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©motogp.com

Non ci sono commenti