Theo Pourchaire passa in Formula 3 con la ART Grand Prix

30 Dicembre 2019 - 11:05
|

Il pilota francese nel 2019 si è laureato campione nella Formula 4 ADAC, e nella prossima stagione farà il salto di categoria




A un giorno dal nuovo anno la ART Grand Prix piazza il botto di mercato in Formula 3 con l’ingaggio di Theo Pourchaire, 16enne pilota francese che nel 2020 farà il suo debutto assoluto nella categoria.

Theo Pourchaire è il secondo pilota ingaggiato dalla ART Grand Prix per la prossima stagione di Formula 3 dopo l’annuncio del russo Alexander Smolyar avvenuto prima delle festività natalizie. Pourchaire quest’anno si è rivelato un prospetto molto interessante, uscito dalla filiera francese che con il lavoro della Federazione negli ultimi anni sta producendo moltissimi giovani talenti di valore. Nel 2018 Pourchaire ha disputato il campionato francese di Formula 4 diventandone il campione della categoria junior anche con una vittoria “generale” ottenuta a Spa-Francorshamps. Quest’anno ha avuto la grande occasione di disputare il campionato tedesco di Formula 4 ADAC da membro del Sauber Junior Team, e ha unito la sua velocità ad una costanza di risultati, specialmente nella prima metà della stagione, che gli hanno consentito di arrivare al titolo contro un avversario molto forte come Dennis Hauger, pupillo del Red Bull Junior Team, con 258 punti conquistati contro i 251 di Hauger al termine di un duello intenso e incerto fino alla fine.

Pourchaire ha già avuto un primo assaggio con la Formula 3 nei test post-stagionali di Valencia, svolti lo scorso Ottobre dove Theo ha girato proprio con la ART Grand Prix, rimasta impressionata dalle sue prestazioni. Queste le dichiarazioni di Pourchaire su questa nuova avventura: “Questa è una nuova sfida per me e sono grato a ART Grand Prix per avermi dato l’opportunità di correre in Formula 3. Venendo dalla F4 tedesca, questo è un grande passo avanti, ma dopo il test a Valencia mi sento pronto a farlo. Avevamo tutte le condizioni possibili, asciutte, asciutte e bagnate e mi sentivo bene in tutte. ART Grand Prix mi ha dato alcuni spunti su cui lavorare e so dove posso migliorare. So di avere un buon margine di crescita ed è per questo che il mio obiettivo principale sarà quello di essere sempre meglio settimana dopo settimana e di essere pronto a combattere con i primi nella fase finale del campionato. Ho ancora molto da imparare, ma con una squadra come ART Grand Prix penso di potercela fare. Sono giovane e voglio prendermi il tempo per fare le cose nel modo giusto. Inoltre, vorrei ringraziare in modo speciale tutte le persone che hanno lavorato duramente per aiutarmi a raggiungere questo livello, in particolare la mia famiglia, la mia fisio e Simumotion. Ringrazio anche ART per la possibilità con i test a Valencia, dove ho colto l’occasione per mostrare ciò che valgo davvero in questa categoria”.

Il Team Principal Sébastien Philippe ha aggiunto: “Il record e la carriera di Théo parlano da soli. Nel karting come nel motorsport, ha vinto un titolo all’anno. Raggiungere questo livello di competizione, la F3, in così giovane età è raro e non solo testimonia le sue grandi capacità di corsa, ma anche la sua eccezionale capacità mentale di sapere come gestire la vittoria in una riunione di gara e durante un campionato, tutto mentre lavora a stretto contatto con la sua squadra. A 16 anni, e nonostante un immenso talento grezzo, ha molto margine di miglioramento. Théo ci ha dimostrato a Valencia che è molto maturo per la sua età, che ha già un certo background tecnico e che ha tutte le capacità per essere veloce e aiutare ART Grand Prix a raggiungere i suoi obiettivi“.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Theo Pourchaire / Official Twitter Page

Non ci sono commenti