Leggenda Hamilton, siamo solo all’inizio

26 Ottobre 2020 - 11:32
|
GP Portogallo 2020

A Portimao, con la vittoria numero 92, Lewis stacca Michael e comincia la sua avventura verso limiti inesplorati.




Con quella di ieri, per Lewis Hamilton, sono 92 le vittorie in Formula 1, condite da 161 podi e 97 pole position, come nessuo mai.

GP del Portogallo: Hamilton domina e conquista la sua novantaduesima vittoria.

In realtà, anche se è con i numeri che si stilano le graduatorie, parlare solo dei record quando si cerca di raccontare la leggenda (altrochè) vivente di Lewis Hamilton è parecchio riduttivo.

Ciò su cui va posto l’accento, piuttosto, per avere un quadro generale più nitido, è sulla maniera con cui The Hammer approda all’appuntamento con la storia.

A gennaio Hamilton spegnerà 36 candeline, arrivandoci con una forma (mentale, più che fisica) da far venire i brividi agli enfants prodiges del paddok in attesa del proprio momento di gloria. La fame di vincere, la voglia di imporsi, l’obiettivo di annullare gli avversari sono quelli di un 25enne ai primi successi. L’esperienza, quella delle 262 gare, il talento quello di Lewis Hamilton. Una macchina perfetta.

La vittoria 92 è tutt’altro che un punto d’arrivo

Lo scopo di Hamilton non è mai stato quello di superare Schumacher. Glielo si legge negli occhi, a fine gara, sul podio, mentre festeggia una vittoria qualunque e non quella, che, almeno ai punti, mette il suo nome in cima a tutti nell’olimpo della Formula 1. 92 è un numero che si somma agli altri, ma che rappresenta solo una tappa nel lungo percorso di auto-consacrazione intrapreso da Lewis negli ultmi anni.

Hamilton lotta contro se stesso, visto che di avversari non ne ha, alzando sempre di più l’asticella personale verso limiti che non conosciamo.

Raramente nella storia dello sport si è vista una dimostrazione di grandezza così evidente. Le epoche sono diverse, le auto ed i piloti anche, ed è giusto evitare confrotni, ma fa impressione con quale margine Lewis abbia superato Michael. Se ne avrà voglia e non preferirà dedicarsi ad altro, tra qualche anno staremo parlando di un record polverizzato, così come già fatto con quello delle pole.

Dunque, per dirla alla Zlatan Ibrahimović, un altro anziano ancora ai vertici dello sport mondiale: “I’m just warming up“. E siamo sicuri che valga lo stesso anche per Hamilton, appena ai primi capitoli di una storia ineguagliabile.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © account twitter Mercedes-AMG F1

Non ci sono commenti