Ferrari, Leclerc: “Ho estratto il massimo dalla SF1000” Vettel: “Per essere veloce serve grip”

08 Agosto 2020 - 21:21
|
GP 70° Anniversario




La giornata di qualifica a Silverstone, valida per la griglia di partenza del Gran Premio del 70° Anniversario, ha visto la Ferrari fare un passo indietro alla doppietta dell’Austria. Ottavo tempo per Charles Leclerc che non riesce a replicare l’ottima seconda fila di una settimana fa, mentre Sebastian Vettel è rimasto escluso al termine del Q2. Il tedesco, autore del dodicesimo miglior tempo nella sessione, scatterà undicesimo dopo la penalizzazione di tre posizioni di Ocon per aver ostacolato Russell nel suo giro lanciato.

“Sono molto contento del lavoro fatto oggi, penso che abbiamo estratto il massimo dalla vettura, ma non è stato abbastanza, perché partiamo dall’ottava posizione e di questo non posso essere soddisfatto – afferma uno Charles Leclerc chiaroscuro -. Fino a questo momento abbiamo faticato più della scorsa settimana e in gara sarà ancora più difficile a causa del nostro aggressivo livello di carico aerodinamico. È più basso di quello di tutti gli altri e ci renderà la vita difficile in termini di gestione degli pneumatici. Da ieri abbiamo fatto buoni progressi con le gomme Medium che oggi sembravano molto competitive e con le quali siamo riusciti ad accedere alla Q3, ma allo stato attuale pare che abbiamo perso qualcosa rispetto alla prestazione che avevamo ieri sulle gomme Soft. Considerando il degrado che abbiamo avuto con la mescola più morbida, sarà una gara difficile per noi, più di domenica scorsa”.

Sebastian Vettel, rimasto escluso dal Q3 per la seconda volta in cinque gare, ha così commentato la sua qualifica: “Abbiamo provato diverse regolazioni e non posso dirmi scontento della mia performance. Credo non ci fosse molto di più da tirare fuori dalla vettura perché per andare più veloce ho bisogno di un grip maggiore. Devo fare i complimenti al mio gruppo di ingegneri perché hanno migliorato la mia SF1000 rispetto alla scorsa settimana, anche se guardando al cronometro poco sembra essere cambiato. Pare quasi che siamo bloccati e chiaramente è deludente partire dodicesimi così come guardare il distacco con l’altra vettura.
Ci troviamo in questa posizione per una ragione: non siamo veloci abbastanza. Domani non sarà facile lottare per la zona punti ma farò del mio meglio”.

In merito alla giornata di oggi si è espresso il Direttore Tecnico della Ferrari, Laurent Mekies, il quale ha detto: “Una qualifica negativa, non ci sono dubbi: non si può definire altrimenti un risultato che vede i nostri piloti piazzarsi in ottava e in dodicesima pozione. Su questa stessa pista e con condizioni molto simili abbiamo fatto un passo indietro in termini di competitività rispetto ad otto giorni fa, sia verso noi stessi che verso quelli che in questa stagione sono i nostri diretti avversari. Non siamo riusciti a utilizzare nella maniera migliore la mescola più morbida. Dobbiamo analizzarne attentamente le ragioni, non tanto in vista di domani quanto per il prosieguo della stagione. Ci aspetta una gara sicuramente difficile, in cui la gestione degli pneumatici giocherà un ruolo cruciale. Rispetto a una settimana fa ci sono sul tavolo più opzioni dal punto di vista della strategia, il che potrebbe creare delle opportunità in più. Starà a noi cercare di sfruttarle: quello che è certo è che faremo di tutto per portare a casa il miglior risultato possibile”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Scuderia Ferrari Press Office

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: