Muller porta la Lynk&Co al trionfo nella gara di casa, Alfa Romeo a podio

14 Settembre 2019 - 11:33
|




Il WTCR riaccende i motori in Cina e a festeggiare sul circuito di Ningbo sono proprio i cinesi. Dopo la pole position ottenuta nel corso della notte, Yvan Muller ha concretizzato il risultato portando a casa la quarta vittoria stagionale per Lynk&Co, la quale è proprietaria del circuito.

La festa cinese non si chiude qui dato che in seconda posizione è giunto l’idolo locale Ma Qing Hua, autore di una prima fila in qualifica e di un’ottima prestazione in gara. Il pilota dell’Alfa Romeo ha tentato di insidiare la leadership del transalpino fin dalla prima curva. L’esperienza del quattro volte campione del mondo ha però pagato, lasciando così al portacolori di Romeo Ferraris, la felicità per un secondo posto.

Terzo gradino del podio per Mikel Azcona con la Cupra. Lo spagnolo, che nelle prime fasi ha lottato con Ma per contendersi la seconda piazza, nelle ultime due tornate ha dovuto mostrare spalle larghe per difendersi dai massicci attacchi di Norbert Michelisz, quarto al traguardo. L’alfiere ungherese della Hyundai, mai in gioco per il podio nelle prime 11 tornate, può ritenersi comunque soddisfatto del suo risultato. Il problema all’estintore sulla Honda Civic di Esteban Guerrieri ha costretto l’argentino a partire dai box, chiudendo la gara senza punti. Il magiaro ha potuto approfittarne, guadagnando 13 punti che lo portano a otto lunghezze dal sudamericano.

Le posizioni centrali della top ten sono state definite quasi esclusivamente nelle fasi della partenza con Catsburg (5°), Panis (6°) e Farfus (7°) che hanno sfruttato la non proprio eccellente partenza di Johan Kristofferson per guadagnare punti. Lo svedese del Sebastien Loeb Racing, partito quinto, porta a casa solo l’ottava posizione, davanti alla prima delle Audi con Niels Langveld e quindi Rob Huff a chiudere la top ten.

Più movimentata invece la battaglia per l’undicesimo posto che ha visto coinvolte le restanti Lynk&Co e l’Audi di Vervisch. Ad avere la meglio è stato il francese che ha preceduto nell’ordine Thed Bjork, Yann Ehrlacher e Andy Priaulx. Il britannico ha tentato di tutto per riuscire a far guadagnare punti in ottica mondiale al compagno svedese, ma una volta arrivato al cedimento completo della prestazione delle sue gomme, ha dovuto arrendersi alla competitività del pilota della RS3. A chiudere la zona punti Nestor Girolami.

Solo 1.1 secondi separano il 15° posto da Kevin Ceccon, con la seconda delle Alfa. L’italiano, scattato dai box dopo aver sostituito il motore sulla sua Giulietta, ha condotto una gara con tempi da prime posizioni, rimontando dall’ultimo posto fino al 17°. Più lontano dalla zona punti è Esteban Guerrieri, giunto solo in 19a piazza. Fuori gara Gabriele Tarquini, rientrato ai box dopo una sola tornata, con un problema alla sospensione posteriore sinistra.

Il WTCR ritorna domattina alle 8:00 per le altre due gare del week-end cinese, mentre questa notte le seconde qualifiche decreteranno le griglie di partenza per le corse domenicali.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © FIA WTCR / Media Press Area / Clemente Luck - DPPI

Non ci sono commenti