Pagelle Abu Dhabi | Hamilton l’indomabile, Ferrari di nuovo in calo. Super gara di Perez!

02 Dicembre 2019 - 16:39
|
GP Abu Dhabi 2019




Lewis Hamilton, voto 10 e lode – Non ci sono più aggettivi per definire il britannico e la Mercedes. Altra prestazione maiuscola ad Abu Dhabi, condita dal Grand Chelem. Con quella macchina quest’anno ha fatto quello che gli pareva, e il giro veloce ottenuto nel finale dimostra ancora una volta quanto la W10 fosse due/tre spanne sopra tutto e tutti, con buona pace degli avversari. Per battere questo connubio il prossimo anno ci vorrà molto ma molto di più da parte dei competitors del team della Stella. Sulla gara in sé di Hamilton c’è poco da dire, è stato perfetto, di nuovo.

Max Verstappen, 8.5 – Bella prestazione sulla scia del successo straordinario di Interlagos. La Red Bull nell’ultima parte di stagione è stata chiaramente la seconda forza in pista alle spalle della Mercedes, complice anche un calo di rendimento da parte della Ferrari. Max si è ripreso di forza la posizione che Leclerc gli aveva scippato a inizio gara, e dopodiché si è lamentato per tutta la durata della corsa di problemi in fase di accelerazione, ma nonostante tutto riusciva a mantenere un ritmo secondo solo allo strapotere Hamilton/Mercedes. Podio mai messo in discussione e terzo posto mondiale obiettivamente meritato. Come pilota sta crescendo tantissimo, avesse una macchina in grado di fare la differenza sulla quasi totalità dei circuiti, potrebbe veramente candidarsi alla vittoria del mondiale.

© Red Bull Content Pool/Mark Thompson/Getty Images

Charles Leclerc, 7.5 – Chiude la sua prima stagione in Ferrari con un altro podio, e più di così obiettivamente non poteva fare. Soffre tremendamente lo stint con le Hard, e dopo la seconda sosta vede come una manna dal cielo quella bandiera a scacchi sventolare, perché un altro paio di curve e Bottas lo avrebbe sorpassato vista l’enorme differenza di ritmo tra i due nelle ultime fasi della gara. Podio comunque meritato, ma è chiaro che voglia ottenere di più. E’ stato un buon weekend senza particolari errori, tralasciamo ovviamente quanto accaduto in qualifica, molto probabilmente non sarebbe cambiato nulla ai fini del risultato finale.

© Scuderia Ferrari Media Centre

Valtteri Bottas, 8.5 – Gran rimonta dal fondo della griglia e podio solo sfiorato, grazie anche al tentativo di suicidio della Ferrari con la doppia sosta probabilmente insensata a quel punto della gara. Il finlandese, dopo una settimana turbolenta per questioni extra pista, ha goduto di una vettura completamente full power praticamente per tutto il weekend, un qualcosa di raro visti i tempi che corrono, ed è riuscito a risalire la classifica abbastanza agevolmente, mettendosi dietro anche Vettel e Albon, a dimostrazione (l’ennesima) di una vettura dannatamente superiore rispetto alla concorrenza. Chiude la sua miglior stagione in Formula 1 con una bella prestazione, e noi siamo contenti per lui.

Sebastian Vettel, 6,5 – La vettura non è stata certamente d’aiuto, e dopo un primo stint con le Soft abbastanza positivo, si perde anche lui con le Hard. La seconda sosta gli permette di recuperare un po’ di ritmo, e alla fine riesce a tornare davanti ad Albon. Non il finale di stagione ideale con i due ritiri di Austin e Brasile e la prova non certo brillantissima di Abu Dhabi, ma può gioire innanzitutto per la nascita del terzo figlio (tanti auguri), e soprattutto per la fine di una stagione travagliata per lui e il team, ma che lo ha visto rinascere dopo il disastro di Monza, grazie anche alle performance stellari di Leclerc. Ma per una valutazione più generale, vi rimandiamo al pagellone della prossima settimana.

© Scuderia Ferrari Media Centre

Alexander Albon, 6 – Probabilmente la sua gara peggiore da quando corre in Red Bull. Non è mai stato veramente della partita, e viste le prestazioni di Verstappen, ci si aspettava qualcosa in più. Tutto sommato, una seconda parte di stagione molto positiva, chiusa però in maniera poco esaltante.

Sergio Perez, 8 – Gran bella stagione per il messicano della Racing Point, che ha stracciato anche ad Abu Dhabi il suo compagno di squadra con l’ennesima prestazione di spessore: il primo degli altri e sorpasso da capogiro su Norris nelle ultime fasi di gara. La maturazione di Checo è finalmente completata, e questa prestazione non fa altro che confermarlo.

© Racing Point Official Press

Lando Norris, 7.5 – Sorpasso subito da Perez a parte, prestazione maiuscola per il britannico, che al suo primo anno in Formula 1 chiude con una gara di assoluto livello.

Daniil Kvyat, 7 – Bella gara, soprattutto per il primo stint di 40 giri pregevolmente portato a termine.

Carlos Sainz, 7.5 – Sorpasso sulla Renault nel finale e punto conquistato nonostante la doppia sosta. Lo spagnolo è pronto per il salto di qualità, così come la McLaren.

Daniel Ricciardo, 5.5 – Gara anonima.

Nico Hulkenberg, 6 di stima – Si congeda senza punti, ma è stato in zona punti fino alla fine. Peccato, avrebbe meritato quantomeno la decima posizione.

© Renault Sport F1 Team Official Press

Kimi Raikkonen, 5.5 – Ci ha provato, ma l’Alfa Romeo Racing ad Abu Dhabi è tornata ad essere poco competitiva come nella seconda parte di stagione, eccezion fatta per Interlagos. Difficile comunque potergli dare la sufficienza.

Kevin Magnussen, 6 – Gran partenza che lo ha visto arrivare addirittura in zona punti, ma successivamente la pochezza della sua vettura non gli ha permesso di fare meglio della quattordicesima posizione.

Romain Grosjean, 5 – Quantomeno il suo compagno di squadra ci ha provato. Sfortunato comunque nell’incidente con Bottas di venerdì, gli ha rovinato fondo vettura e pacchetto probabilmente competitivo.

Antonio Giovinazzi, 4 – Male.

George Russell, 6,5– Ha provato a inserirsi nella bagarre. Mezzo voto in più per la qualifica, a soli tre decimi dall’Alfa Romeo.

Pierre Gasly, S.V. – Gara finita al primo giro per la rottura dell’ala anteriore e per colpe non sue.

Robert Kubica, 6 di stima – Termina così una stagione che lo ha visto tornare nonostante la menomazione al braccio destro. Per noi lui ha comunque vinto la sua sfida.

© ROKiT Williams Racing Official Twitter Page

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes AMG F1 Team Official Press / LAT Images

Non ci sono commenti