Fastback | GP Canada 2005: Alonso sbaglia e Raikkonen non perdona

03 Giugno 2015 - 16:57
|




Il Gran Premio del Canada è l’ottava gara del campionato di F1 2005. Dopo la beffa del Nurburgring, con un incidente all’ultimo giro dovuto alla rottura di una sospensione, Kimi Raikkonen e la McLaren si presentano a Montreal con grande voglia di riscatto e con l’intenzione di accorciare il gap da Alonso, primo nel mondiale con 32 punti di vantaggio.

Nelle qualifiche del Gran Premio del Canada la lotta tra Renault e McLaren viene messa da parte: al sabato a emergere sono a sorpresa Jenson Button e Michael Schumacher. Button, con la BAR Honda, conquista la pole position, con 258 millesimi di vantaggio sulla Ferrari di Schumacher. Per entrambi è una bella rivincita, dopo un pessimo avvio di campionato dovuto alla scarsa competitività delle loro monoposto, oltre che per la squalifica di tre gare della BAR nel caso di Button. Alonso porta la sua Renault in seconda fila, davanti al compagno di squadra Fisichella. Quinta la prima delle McLaren, quella di Montoya, che si piazza davanti a Sato e Raikkonen. Ottavo Villeneuve, davanti a Trulli. Albers ottiene un ottimo quindicesimo posto con la Minardi, mentre Barrichello non riesce a concludere il suo giro di qualifica per il cedimento del cambio.

GARA – Barrichello è costretto a partire dalla pit lane in seguito alla sostituzione del cambio sulla sua Ferrari. Al via del Gran Premio del Canada Button e Schumacher scattano malissimo: in testa c’è Fisichella, partito come un fulmine. Alle spalle dell’italiano ci sono Alonso, Button, Montoya, Raikkonen, Schumacher, Trulli e Sato. Mentre Villeneuve deve rientrare ai box per sostituire l’ala anteriore, le Renault impongono il ritmo alla gara. Button prova a tenere il passo, ma perde qualche decimo ogni giro. Alonso ritiene però di essere più veloce di Fisichella e si lamenta platealmente via radio nel corso dell’undicesimo giro. Al tredicesimo passaggio Schumacher va ai box per il primo rifornimento, sintomo che la grande prestazione della qualifica era dovuta a un quantitativo di carburante inferiore rispetto a quello dei suoi avversari. Al quindicesimo giro vanno ai box anche Button e Ralf Schumacher. Davanti Fisichella tiene sempre dietro Alonso, ma nel frattempo le McLaren iniziano a spingere e a ricucire il gap dalle due Renault.

ALONSO TEAM RADIO 

Al giro 24 Alonso e Raikkonen effettuano il loro primo pit stop. Montoya spinge al massimo per cercare di guadagnare terreno su Alonso: il colombiano, così come Fisichella, rientra ai box nel giro successivo. Fisichella è sempre primo, Montoya esce davanti ad Alonso, ma nell’uscita dai box sbanda e finisce sull’erba, perdendo così la seconda posizione a favore di Alonso. Lo spagnolo della Renault è una furia, e in pochissimi giri annulla il gap di cinque secondi su Fisichella. Nel trentesimo passaggio Alonso tenta il sorpasso, ma Fisichella resiste. L’asturiano è inferocito, e urla via radio, chiedendo cos’altro debba fare per prendersi la prima posizione. Il team gli risponde di passare Fisichella. Due giri dopo Fisichella rallenta nella chicane del primo settore e Alonso lo passa. Ma la Renault non ha attuato un gioco di squadra, cosa vietata dal regolamento: la R25 dell’italiano ha un problema idraulico. Fisichella è costretto al ritiro per l’ennesima volta. 

Alonso ora è primo, ma Montoya lo bracca, mentre Raikkonen è a 7 secondi dal leader della gara, ma con un vantaggio considerevole su Button e Schumacher. Al trentunesimo giro pit stop per Barrichello, che si trovava ottavo dopo essere partito dalla pit lane. Poco tempo più tardi rientrano Button e Schumacher per la seconda sosta: è chiaro che i due puntano su una strategia di tre pit stop. Al giro 38 il colpo di scena: Alonso arriva largo in curva 4 e sbatte con il posteriore della sua vettura contro il muro. Il pilota della Renault ha danneggiato la sospensione posteriore destra nell’impatto: la sua gara è finita! Montoya comanda agevolmente la corsa, davanti a Raikkonen, Button, Schumacher e Trulli. Button ha la possibilità di tornare a podio per la prima volta nel 2005, ma al quarantasettesimo giro perde il controllo della monoposto all’ultima chicane e finisce contro il “Muro dei Campioni”. La direzione gara deve mandare in pista la safety car. La McLaren decide di far rientrare prima Raikkonen (nel frattempo Schumacher e Barrichello fanno le loro ultime soste, ndr): Montoya deve effettuare un giro dietro la Safety Car, e questo gli costa la leadership. Ma per il colombiano arriva la doccia fredda: il team lo ha fatto rientrare con la pit lane chiusa, e Montoya è uscito dai box col semaforo rosso. Alla ripartenza viene esposta la bandiera nera alla McLaren numero 10: Montoya è estromesso dalla gara.

Raikkonen può così involarsi verso il terzo successo stagionale, precedendo di un secondo Schumacher. Terzo un grande Barrichello che, dopo il rientro della Safety Car, ha infilato la Williams di Webber e la Sauber di Massa, prendendosi poi il podio grazie al ritiro di Trulli, costretto alla resa coi freni KO. Per la Ferrari, dopo un difficile inizio di stagione, il doppio podio rappresenta il miglior risultato di squadra stagionale. Massa, quarto, conquista il miglior piazzamento in carriera. Webber è quinto, davanti a Ralf Schumacher e alle Red Bull di Coulthard e Klien.

Con questa vittoria Raikkonen si porta a 37 punti nel mondiale piloti, a 22 lunghezze da Alonso.

Pos # Pilota Team Gomme Tempo/Ritiro Griglia
1 9 Finlandia Kimi RAIKKONEN Regno Unito McLaren Mercedes M 1:32:09.290 7
2 1 Germania Michael SCHUMACHER    Italia Ferrari B +1.137 2
3 2 Brasile Rubens BARRICHELLO Italia Ferrari B +40.483 20
4 12 Brasile Felipe MASSA Svizzera Sauber Petronas M +55.139 11
5 7 Australia Mark WEBBER Regno Unito Williams BMW M +55.779 14
6 17 Germania Ralf SCHUMACHER Giappone Toyota M +1 giro 10
7 14 Regno Unito David COULTHARD Austria Red Bull Cosworth M +1 giro 12
8 15 Austria Christian KLIEN Austria Red Bull Cosworth M +1 giro 16
9 11 Canada Jacques VILLENEUVE Svizzera Sauber Petronas M +1 giro 8
10 18 Portogallo Tiago MONTEIRO Irlanda Jordan Toyota B +3 giri 16
11 21 Paesi Bassi Christijan ALBERS Italia Minardi Cosworth B +3 giri 15
Rit 16 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota M Freni 9
SQ 10 Colombia Juan Pablo Montoya Regno Unito McLaren Mercedes M Bandiera nera 5
Rit 3 Regno Unito Jenson Button Regno Unito BAR Honda M Incidente 1
Rit 8 Germania Nick Heidfeld Regno Unito WilliamsBMW M Motore 13
Rit 4 Giappone Takuma Sato Regno Unito BAR Honda M Freni 6
Rit 20 Austria Patrick Friesacher Italia Minardi Cosworth B Idraulica 19
Rit 5 Spagna Fernando Alonso Francia Renault M Sospensione 3
Rit 6 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault M Idraulica 4
Rit 19 India Narain Karthikeyan Irlanda Jordan Toyota B Sospensione 17

Foto: formula 1.com

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Scuderia Ferrari Media

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: