Vietate le wild card per il 2020, Lorenzo non tornerà in pista

15 Maggio 2020 - 15:49
|

La Grand Prix Commission sospende le wild card per tutte le categorie. Aprilia e KTM possono sviluppare il loro motore fino al 29 giugno




Jorge Lorenzo dovrà aspettare ancora un po’ di tempo prima di tornare a correre. Il rider maiorchino era atteso ad una gara come wild card a Barcellona con la Yamaha, squadra con cui è tornato come pilota test. Ma il Coronavirus ha cambiato i piani di tutti che la Grand Prix Commission ha deciso di approvare diverse novità per la stagione 2020. Il gruppo composto da Carmelo Ezpeleta (Dorna), Paul Duparc (FIM), Hervé Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubochi (MSMA) si è riunito online per effettuare alcune modifiche al regolamento per il motomondiale di quest’anno.

Prima di tutto, c’è la sospensione delle wild card per tutte le categorie. La scelta è stata fatta in modo da mantenere il numero di partecipanti al minor numero possibile. Così, né Jorge Lorenzo né nessun’altro possono in alcun modo correre in MotoGP tramite wild card quest’anno. Una scelta che penalizza anche le case come la Ducati, che era nota a far disputare qualche gara al suo collaudatore Michele Pirro. La GPC spera di rintrodurre le wild card per il 2021, ma ciò dipenderà dall’andamento della pandemia del COVID-19.

Un’altra importante modifica riguarda le concessioni per i costruttori della MotoGP. In merito allo slittamento della partenza e alla riduzione del numero degli eventi del motomondiale, la GPC ha deciso di slittare le date di consegna per coloro che avevano la concessione per sviluppare i propri motori. Aprilia e KTM avranno quindi tempo fino al 29 giugno per presentare e mostrare i propri motori alla Direzione Tecnica. Tra gli altri provvedimenti in questo ambito, per il 2020 le concessioni potranno essere solo perse e non guadagnate. Inoltre, i punti accumulati dal costruttore in questa stagione avranno una validità di due anni.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.com

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: