Quartararo: “Mi sento benissimo sulla moto”. Vinales: “Domani lotteremo per la vittoria”. Rossi: “Peccato per la caduta”

05 Ottobre 2019 - 15:52
|
GP Thailandia 2019

Le parole soddisfatte dei piloti Yamaha, che hanno fatto doppietta in qualifica con il francese e lo spagnolo davanti a tutti, più Morbidelli quarto e Rossi nono




Conferme importanti per la Yamaha in Thailandia. La casa dei tre diapason non ha tradito le attese ed ha conquistato la pole position a Buriram: è la quarta pole stagionale (e di carriera) per Quartararo, la sesta in totale per la moto giapponese.

El Diablo è contento della sua quarta partenza al palo, cosa che mancava da Assen, a fine giugno. Non ha intaccato la bella giornata la scivolata negli ultimi istanti delle qualifiche in curva 5: “Ho dato il massimo in qualifica e ha dato i suoi frutti. È bello poter fare non uno ma due buoni giri, nonostante sia andato un po’ oltre il limite alla fine spingendo per un terzo giro. Mi sono sentito forte per tutto il weekend, tutto funziona davvero bene e non vedo l’ora di vedere cosa possiamo ottenere domani. Il team ha svolto un lavoro straordinario per tutto il fine settimana e il risultato è stato tanto importante per loro quanto per me. Abbiamo un ottimo passo gara e velocità nel time attack, quindi non vedo l’ora di vedere cosa succede in gara”.

Anche Maverick Vinales è stato molto performante, chiudendo la qualifica al secondo posto, ad un decimo dal rookie fenomeno: “La sensazione è fantastica, perché considerando il nostro ritmo, e anche sulla carta, siamo in lotta per la vittoria. Quando si tratta di un giro, sappiamo che la nostra motoè buona, quindi ne abbiamo approfittato ancora oggi. Ci sono ancora alcune cose da migliorare per la gara. Mi sento benissimo in moto, come ho detto, ma domani proveremo a fare un ulteriore step. Comunque, siamo felici, siamo solo a un decimo dalla pole position e stiamo ottenendo molte prime file in queste gare, è importante: siamo consistenti. Questo ci aiuterà a migliorare e ad essere migliori ogni gara. Posso vedermi sul podio domani, perché sulla carta il nostro ritmo è più forte di quello della maggior parte degli altri, ma non lo sai mai. Certamente lotteremo per la vittoria fin dai primi giri della gara”.

Situazione diversa per Valentino Rossi che, nonostante le buone sensazioni sul giro secco avute ieri, in qualifica si è dovuto accontentare della terza fila. Nelle parole del Dottore emerge il rammarico per la caduta durante il Q2 (anche in questo caso in curva 5) che ne ha compromesso il posizionamento in griglia: “È un peccato. Forse saremmo potuti partire da una posizione leggermente migliore, perché il mio ritmo nella FP4 non era troppo male. Sfortunatamente, durante le qualifiche sulla prima gomma ho fatto un errore ed ero un po’ largo, poi ho perso la parte anteriore sui dossi e sono caduto. Quindi sono tornato al box ed sono uscito con l’altra moto, ma non avevo le stesse gomme. Non era la situazione perfetta, ma sono stato in grado di fare un 1’30.7 quindi partirò dalla terza fila. Speriamo nel bel tempo domani mattina, perché dobbiamo provare qualcosa, anche per la gara. Il mio ritmo non è poi così male, ma ci sono quattro o cinque piloti molto vicini, quindi vedremo”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone

Immagine in evidenza: © motogp.com

Non ci sono commenti