Honda | Bradl: “Pista molto speciale!”, A. Marquez: “Domattina dobbiamo migliorare”

20 Novembre 2020 - 19:02
|
GP Portogallo 2020

Le parole dei due piloti ufficiali Honda dopo il venerdì del Gran Premio del Portogallo




La Honda ufficiale ha iniziato il weekend del Gran Premio del Portogallo a Portimao a due facce, con Stefan Bradl apparso molto in palla e capace di fare nettamente meglio di Alex Marquez nel combinato delle due sessioni.

Nella classifica combinata delle due sessioni di prove libere odierne, Stefan Bradl è stato il migliore tra i piloti Honda chiudendo in 11° posizione con il miglior tempo di 1:39.909, a meno di mezzo secondo di ritardo dal leader Johann Zarco. Bradl, fresco di rinnovo contrattuale come tester ufficiale per la prossima stagione, è stato competitivo anche al mattino chiudendo la FP1 in 10° posizione, riuscendo anche per qualche minuto ad essere in testa alla classifica del turno.

Il pilota tedesco ha commentato così la sua giornata: “Sono stato subito veloce e ho avuto un buon feeling con la moto. Oggi abbiamo avuto due ottime sessioni cercando di capire le opzioni che abbiamo per il weekend. Sono contento di come è andata oggi ma domani sarà importante, penso che possiamo puntare ad entrare in Q2. È stata una bella sensazione vedere P1 sul mio pit board, il feeling e la velocità sono migliorati ogni fine settimana. È una pista molto speciale, unica e molti punti per fare la differenza”.

Più indietro, invece, Alex Marquez. Il rookie spagnolo ha chiuso il venerdì al 18° posto nella classifica combinata con un miglior tempo di 1:40.338, che lo pone a nove decimi di ritardo dalla vetta e a quasi mezzo secondo di distacco dal suo compagno di squadra. Marquez ha lavorato senza nessun grosso problema per tutta la giornata, cercando di migliorare sempre di più il feeling con la sua Honda RC213-V.

Queste le sue parole: “Dai test precedenti siamo stati in grado di imparare il layout della pista ma quando vieni qui su una MotoGP è completamente diverso. Tutti i riferimenti per le curve e per le frenate sono nuovi e abbiamo speso molto nella FP1 a lavorare per trovare la traiettoria corretta, visto che non avevamo riferimenti. È un circuito divertente con alcune sezioni difficili da padroneggiare, ma oggi mi sono divertito. Con quattro opzioni di pneumatici anteriori e quattro posteriori c’era molto lavoro da fare, ma dopo oggi mi sento bene anche se la nostra posizione non è delle migliori. Per domani dobbiamo fare un passo avanti al mattino”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.hondaracingcorporation.com

Non ci sono commenti