MotoE | Il cagnaccio Dominique Aegerter vince la prima manche a Misano

19 Settembre 2020 - 17:10
|
GP Emilia Romagna e Riviera di Rimini 2020

Lo svizzero ha la meglio di Torres e Ferrari nella prima manche. Molte le cadute, brutto highside per Lukas Tulovic.




La prima delle due gare della coppa del Mondo MotoE è stata caratterizzata dalle cadute: sono ben cinque i piloti a non concludere la gara. A spuntarla è un imbarazzante Dominique Aegerter, che comincia l’ultimo giro in terza posizione e lo chiude al primo posto. Lo svizzero ha beffato Matteo Ferrari sul traguardo, passandolo alla curva del Carro. Il pilota Trentino Gresini MotoE ha lasciato troppo spazio, concedendo così l’attacco alla terzultima curva.

Il campione in carica esce dai limiti della pista fuori dall’ultima curva, perdendo anche la seconda posizione ai danni del poleman Jordi Torres, che chiude quindi secondo. Fuori dal podio Mattia Casadei, quarto e mai abbastanza vicino a lottare per il podio. Ottima quinta posizione per Niccolò Canepa, davanti ad Alejandro Medina e Josh Hook. Chiude ottavo Xavi Cardelus, con Alessandro Zaccone 9° e Maria Herrera a chiudere i primi 10. Undicesima posizione per Jakub Kornfeil, poi Niki Tuuli e Tommaso Marcon chiudono arrivano lontani dal gruppo.

Il finlandese del team Ajo si è preso ben due Long Lap Penalty a causa della falsa partenza. L’italiano del team Tech3 invece è stato coinvolto in una caduta al primo giro.

Passando ai ritirati, l’incidente più spettacolare è sicuramente quello di Lukas Tulovic, vittima di un highside all’uscita della variante del parco, coinvolgendo anche il compagno Marcon.

Un altro uscito di scena al primo giro è Mike Di Meglio, caduto all’ultima curva. Segue la caduta di Eric Granado e Xavier Simeon. Il brasiliano ha provato l’attacco sul belga ma una chiusura di anteriore ha finito la gara di entrambi anzitempo. L’ultimo a cadere è Alex De Angelis, alla curva del Carro mentre era nelle posizioni di vertice.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: ©motogp.com

Non ci sono commenti