Eric Granado bissa il successo a Valencia, Matteo Ferrari primo campione di MotoE

17 Novembre 2019 - 16:06
|
GP Valencia 2019

Il brasiliano conquista la sua seconda vittoria consecutiva, come accaduto a Misano a Matteo Ferrari che qui conquista il primo titolo di MotoE




Con la seconda gara del weekend valenciano si chiude la prima storica stagione di MotoE che ha visto Matteo Ferrari essere incoronato come primo campione del mondo su moto elettrica.

La gara di oggi ha visto la stessa griglia di partenza di quella di ieri, con uno start abbastanza simile a quello di 24 ore fa. Buono spunto di Bradley Smith che ha da subito guadagnato la testa della gara, mentre Matteo Ferrari, partito un po’ in sordina, ha perso qualche posizione.

Dopo quattro curve tre piloti hanno dovuto abbandonare da subito i giochi a causa di una caduta, molto probabilmente causata dalle basse temperature della pista spagnola. In un azione di sorpasso di Simeon su Hook, il pilota belga ha perso il posteriore conducendo così anche il suo avversario sulla sabbia e quindi alla caduta. Pochi metri più avanti Canepa ha subito un violento high-side che lo ha scaraventato a terra, per fortuna senza conseguenze.

Nel mentre, qualche curva più avanti Ferrari e Granado hanno lottato per contendersi la seconda posizione, poi ottenuta dal pilota brasiliano. Dati i 20 punti di vantaggio del pilota di Gresini, il suo ritmo è stato abbastanza blando, con il rider che non ha mai forzato durante gli scontri con gli avversari. L’italiano ha combattuto dapprima con De Angelis per il terzo posto, quindi con Garzo per il quarto, lasciando strada ad entrambi.

Lasciando strada libera allo spagnolo, Garzó ha subito sfruttato l’occasione per andare a riprendere e sorpassare anche De Angelis per l’ultimo posto sul podio.

Al quinto giro, quando quasi tutte le posizioni sembravano congelate, due ex-MotoGP Sete Gibernau e Mike Di Meglio hanno dato vita a un giro infuocato per contendersi il sesto posto poi preso da Di Meglio dopo quattro sorpassi e contro sorpassi.

Un’azione simile è avvenuta nella tornata conclusiva tra Eric Granado e Bradley Smith, questa volta per la vittoria della gara. Il brasiliano, dopo aver studiato bene l’inglese nei giri precedenti, lo ha sorpreso in curva 8, salvo poi essere risorpassato in curva 10. In questo caso il pilota britannico, arrivato a velocità troppo elevata, ha permesso al sudamericano di incrociare la traiettoria. All’ultima curva Smith ha riprovato l’attacco vincente, ma Granado ha incrociato nuovamente andando a prendere la seconda vittoria consecutiva.

Granado taglia quindi per primo il traguardo come avvenuto in gara 1, precedendo Smith e Garzó che riprende il podio perso dopo la squalifica di ieri. Quarta posizione per Alex De Angelis seguito da Matteo Ferrari che conquista il primo titolo di campione del mondo di MotoE.

Sesta posizione per Mike Di Meglio che ha chiuso davanti a Sete Gibernau. Più staccato il secondo degli italiani, Mattia Casadei, quindi Nico Terol e Jesko Raffin a chiudere la top ten.

De Puniet, Herrera, Savadori e Foray chiudono la top-14 e la lista dei piloti giunti al traguardo.

La classifica conclusiva di questa prima stagione della Coppa del Mondo di MotoE vede Matteo Ferrari chiudere con 99 punti. Smith giunge al secondo posto a 11 lunghezze dal pilota italiano, mentre al terzo posto sale Eric Granado a quota 71.

© MotoGP – Twitter

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © motogp.com

Non ci sono commenti