Zanardi in condizioni ‘instabili’, torna in terapia intensiva

24 Luglio 2020 - 17:11
|

Due giorni dopo essere stato dimesso, il campione paralimpico vviene trasferito al San Raffaele di Milano, dove tornerà in terapia intensiva




Alex Zanardi ritorna in terapia intensiva solo due giorni dopo essere stato dimesso. Il campione paralimpico, dopo l’incidente stradale del 19 giugno, era rimasto ricoverato in terapia intensiva e sedato per oltre un mese al policlinico Le Scotte di Siena. Dopo tre interventi e un miglioramento delle sue condizioni, Zanardi è stato dimesso e portato in un centro specialistico di neuro-riabilitazione di Villa Beretta, presso Lecco. Tuttavia oggi le condizioni sono tornate instabili, costringendo quindi i medici a riportare l’ex-pilota F1 in terapia intensiva presso l’ospedale San Raffaele di Milano.

“In data odierna, a fronte di intercorsa instabilità delle condizioni cliniche del paziente Alex Zanardi, dopo opportune consultazioni con il Dr. Franco Molteni, Responsabile del Dipartimento di Riabilitazione Specialistica Villa Beretta, struttura afferente all’Ospedale Valduce, dove il paziente era degente dal 21 luglio, e gli specialisti di riferimento, è stato disposto il trasferimento dello stesso, con adeguati mezzi e adeguata assistenza, presso il reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano”, rende noto il direttore dell’ospedale Valduce Claudio Zanon. Egli aggiunge che “non verranno rilasciate ulteriori informazioni sul caso”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © BMW Motorsport / Twitter page

Non ci sono commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: