IN AGGIORNAMENTO | Alex Zanardi coinvolto in un incidente in handbike

20 Giugno 2020 - 13:00
|

Grave apprensione per le condizioni del pilota italiano, trasportato in elisoccorso all'ospedale di Siena




Sarebbero gravi le condizioni di Alex Zanardi, vittima di un incidente in handbike lungo la statale 146, nei pressi di Pienza, nel corso di una delle tappe di Obiettivo Tricolore, progetto che prevede una serie di tappe in giro per l’Italia. A quanto riportano le ultime notizie, vi sarebbe anche la presenza di un mezzo pesante. Il pilota classe ’66, sempre da quanto si apprende, sarebbe stato trasferito in elicottero, in codice 3, all’ospedale Le Scotte di Siena. Si perdoni l’uso reiterato del condizionale: il tutto è in fase di aggiornamento.

Ore 19:15

Emergono nuovi sconcertanti dettagli dell’incidente. Mario Valentini, commissario tecnico della Nazionale Italiana di paraciclismo, ha riferito testuali parole al Corriere della Sera: “La tappa arrivava a Montalcino, mancava poco. Eravamo in curva, su una discesa non difficile, si andava attorno ai 50 all’ora. Alex ha perso il controllo dell’handbike, si è ribaltato due volte e ha impattato contro un autotreno. L’urto è stato terribile. I paramedici l’hanno recuperato: era gravissimo. L’elicottero non riusciva ad atterrare quindi l’ambulanza l’ha portato in una piazzuola lì vicina dove il pilota del veivolo è riuscito a scendere e trasportarlo a Siena. È stato terribile“.

Ore 20:00

Il policlinico Santa Maria alle Scotte ha diramato il primo bollettino medico relativo alle condizioni di Alex Zanardi. Di seguito il comunicato: “È ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte Alex Zanardi, pilota automobilistico, paraciclista e conduttore televisivo, rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena. Zanardi è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. E’ stato subito preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia“.

Ore 21:00

L’Agi riporta una dichiarazione subito successiva all’incidente di Alessandro Cresti, “ciclista paralimpico che fa parte dei giovani seguiti dall’atleta“. Secondo Cresti, “quando è stato caricato sull’elisoccorso Zanardi respirava ancora“.

Ore 21:30

Stando alle informazioni riportate da la Repubblica, l’intervento è terminato e il pilota è stato trasportato nel reparto di terapia intensiva. Si attendono ulteriori comunicazioni da parte dell’ospedale.

Ore 21:40

Sorgono ulteriori informazioni in merito a quella che potrebbe essere la dinamica dell’incidente. Il Ct della Nazionale Mario Valentini ha riportato, a Radio Capital: “C’è un rettilineo lungo, in una discesa con pendenza al 4%, dicono si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti. All’imbocco della curva ha cambiato traiettoria e ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. Ce n’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.

Ore 23:00

L’ultimo comunicato, rilasciato dall’ospedale di Siena, recita: “In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte a causa di un incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si è concluso poco prima delle 22. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime.”

Ore 9:30 – Sabato 20

A metà mattinata dovrebbe arrivare la dichiarazione del neurochirurgo che ha operato il pilota. Alle 12:30 atteso il primo comunicato dell’ospedale.

Ore 10:30 – Sabato 20

Comunicato dell’Azienda Ospedaliera Le Scotte di Siena: “In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E’ intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico.”

Ore 10:45 – Sabato 20

Il neurochirurgo, che ha operato Alex Zanardi ieri sera, ha rilasciato la prima dichiarazione affermando: «Le condizioni di Alex Zanardi sono gravi ma stabili: è arrivato con un trauma cranico e facciale importante. I numeri sono buoni, pur rimanendo una situazione molto grave, E’ un malato che val la pena di curare. Il quadro neurologico in questo momento non lo valutiamo, è una cosa che vedremo a distanza, quando se si sveglierà, se si sveglierà. Situazione grave vuol dire che è una situazione in cui uno può anche morire, e in questi casi i miglioramenti avvengono piano piano nel tempo, mentre i peggioramenti possono essere repentini. Ha fatto una tac subito dopo l’intervento e ora ha un catetere per la misurazione della pressione intracranica. L’intervento è andato come doveva andare, è la situazione iniziale che era tanto grave».

Ore 12:30 – Sabato 20

A metà giornata sono giunte anche le dichiarazioni di Sabino Scolletta. Il primario di terapia intensiva dell’ospedale Le Scotte di Siena ha detto: “Le condizioni cliniche sono stabili, il quadro neurologico era grave e tale rimane. È ben adattato al ventilatore meccanico, questo è un buon segno. Richiede soltanto il minimo supporto farmacologico, quindi nei prossimi giorni potremmo valutare se sospendere la sedazione e svegliarlo”.

Ore 11:30 – Domenica 21

Un nuovo comunicato di aggiornamento giunge dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Santa Maria alle Scotte di Siena. Nella nota si legge: “In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dal 19 giugno a seguito di incidente stradale, la Direzione Sanitaria informa che il paziente ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Le funzioni d’organo sono adeguate. E’ sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio in corso ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perchè resta grave il quadro neurologico. Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e, pertanto, il paziente resta sempre in prognosi riservata.”

Rendono noto che il prossimo aggiornamento da parte dell’ospedale arriverà domani alle 12.

Ore 13:00 – Lunedì 22

Il nuovo aggiornamento che giunge dall’Ospedale di Siena recita: “Rimangono stabili le condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte dal 19 giugno. La terza notte di degenza in terapia intensiva è trascorsa senza variazioni. Le condizioni cliniche rimangono quindi invariate nei parametri cardio-respiratori e metabolici mentre resta grave il quadro neurologico. Il paziente è sedato, intubato e ventilato meccanicamente e la prognosi è riservata. L’équipe multidisciplinare che lo ha in cura valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere.”

Fiducioso è il primario del reparto di terapia intensiva, Sabino Scolletta, che ai microfoni ha detto: “Più passa il tempo e le condizioni restano stabili, maggiore sarà la speranza di un suo recupero.”

Le indagini effettuate dai Carabinieri, il merito al sinistro, hanno portato ad escludere che l’incidente sia legato ad una distrazione di Zanardi legata all’uso del cellulare, precedentemente messo sotto sequestro. ANSA riporta le parole del videomaker Alessandro Maestrini, il quale ha affermato: “Alex Zanardi non teneva il cellulare in mano al momento dello schianto. Dopo aver affrontato una salita pedalando con le mani, al momento della discesa ha preso il telefonino e fatto alcune riprese a bassa velocità, poi lo ha riposto, continuando la discesa fino al punto dell’incidente. Diverso tempo dopo l’impatto il cellulare squillava dal vano dell’handbike ed è stato preso dai carabinieri”.

Ore 12:00 – Martedì 23

Sul bollettino medico di oggi circa le condizioni di Alex Zanardi si legge: “Il paziente ha trascorso anche la quarta notte di degenza nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena in condizioni di stabilità nei parametri cardio-respiratori e metabolici. Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana. La prognosi rimane riservata

Secondo i medici le condizioni dell’ex pilota di F1 seppur stabili sono incoraggianti. Il professor Giuseppe Oliveri, che ha operato Zanardi al suo arrivo in ospedale dopo l’incidente, intervenuto a Sky Sport: “Non sappiamo quanto del coma sia dovuto ai farmaci e quanto alle sue condizioni neurologiche. C’è un danno primario a causa del trauma e uno secondario che sono le conseguenze del trauma. Queste ultime vengono corrette con la sedazione e i farmaci” ha spiegato. Ha poi aggiunto “Nessuno pensa di interrompere queste cure fondamentali e non ci poniamo in questo momento il problema della tempistica per risvegliarlo. In questo momento il cervello di Alex deve riposare“.

Ulteriori aggiornamenti sulle condizioni di Alex Zanardi saranno diramati alle ore 12 del 24 giugno.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Alex Zanardi / Facebook

Non ci sono commenti