Hamilton: “Il giro migliore possibile, ma per domani ci siamo”. Bottas: “Mi mancava qualcosa”

16 Novembre 2019 - 23:39
|
GP Brasile 2019

Le parole dei piloti Mercedes, che in partenza occuperanno interamente la prima fila, vista la penalità di Charles Leclerc




Mercedes costretta ad inseguire in Brasile. Le Frecce d’Argento pagano in qualifica da Ferrari e Red Bull, con Hamilton terzo e Bottas che, quinto, scatterà in seconda fila al fianco del compagno in virtù delle 10 posizioni di penalità inflitte a Leclerc per il cambio della power Unit Ferrari.

Lewis Hamilton partirà appena dietro a Verstappen e Vettel, ma è consapevole di aver dato il massimo quest’oggi: “È stata una sessione di qualifiche impegnativa. Sapevamo che sarebbe stata molto serrata, ma alla fine non abbiamo avuto il ritmo per essere in pole. La FP3 è stata davvero buona per noi, ma una volta arrivati in qualifica sia la Ferrari che la Red Bull avevano un grande ritmo e perdavamo molto in rettilineo. Continuavo a rosicchiare gap e penso che l’ultimo giro sia stato il migliore possibile per noi, penso che non ci sia rimasto nulla in macchina”.

The Hammer è tranquillo e pronto anche in ottica gara: “Sono contento di essermi inserito tra i primi tre, il che mi pone in una buona posizione per lottare per la vittoria. Venerdì il nostro ritmo nei long run sembrava buono, è stato uno dei i nostri punti di forza per tutto l’anno. Domani sarà davvero difficile per tutti, con temperature della pista potenzialmente alte fino a 50 gradi che non abbiamo visto per tutto il fine settimana. Sono consapevole del mio set-up, quindi spero che funzioni bene domani”.

Valtteri Bottas, come detto, partirà dalla seconda fila al fianco del campione del mondo e suo compagno di scuderia, anche se alla bandiera a scacchi del Q3 era quinto in classifica: “Ero abbastanza vicino, come sempre qui in Brasile, ma oggi mancava qualcosa. Ho avuto una FP3 difficile ed ero un po’ indietro, ma mi stavo avvicinando sempre più in qualifica. Tuttavia, in Q3, mi sono sentito come se non potessi ottenere molto di più dall’auto. I miei giri in Q3 in realtà erano abbastanza buoni, forse erano rimasti alcuni centesimi da estrarre dall’auto, ma non abbastanza per sfidare la pole oggi. Partiremo dalla seconda fila, quindi sarà interessante vedere cosa potrò fare da lì. Abbiamo una buona macchina per la gara, ma la Red Bull è sembrata molto forte anche nei long run, quindi sono sicuro che lo sarà una gara entusiasmante domani. Tutto è ancora da giocare, quindi non vediamo l’ora di una bella battaglia”.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per ricevere tutti i nostri articoli sul tuo smartphone



Immagine in evidenza: © Mercedes AMG-F1 Official Twitter Page

Non ci sono commenti